È morto Massimo Pilia: Cerveteri piange un grande uomo - Terzo Binario News

Una vita di passioni e in movimento, nonostante fosse bloccato su una sedia a rotelle. Questo non ha mai rappresentato un ostacolo per Massimo Pilia: conosciuto da tutti, non si è mai fermato davanti a niente. D’ora in avanti, però, la sua assenza si farà sentire in maniera assordante, perché Massimo non c’è più.

Il sindaco Alessio Pascucci, a Terzo Binario, ha detto: “Massimo era una persona con tante idee e con cui avevamo fatto tante cose insieme. Era pieno di vita, pieno di energia”.

Alessandro Gnazi, consigliere di maggioranza, al nostro portale lo ha ricordato così: “C’era una stima reciproca. Massimo era impegnato nel sociale, nell’attività ci solidarietà. Era un appassionato di storia degli indiani, ricordo che per un mio viaggio negli Usa mi chiese di portargli una pietra dalla terra degli indiani nativi. Quando gliela consegnai, era felicissimo”.

“Inoltre qualche anno fa, mi sembra nel 2015, con un pattino a remi da Genova a Santa Marinella fu protagonista di un’impresa sportiva lunga 200 miglia – ha terminato Gnazi – il tutto per raccogliere fondi per scopi benefici. Questo era Massimo”.

Pubblicato domenica, 23 Febbraio 2020 @ 16:43:40     © RIPRODUZIONE RISERVATA