‘E da qui’, esce il libro di ricordi della classe V C del Ladispoli 1 - Terzo Binario News

Diventa realtà il libro di ricordi scritto dagli studenti della classe V C dell’Istituto Comprensivo Ladispoli 1, dal titolo ‘E da qui’. Momenti da cinque anni vissuti insieme. Di seguito la nota giunta al nostro giornale:

Ha centrato l’obiettivo che si era proposto il libro realizzato dagli alunni della Classe V C, insieme alla loro insegnante Gaia Retrosi, dell’Istituto Comprensivo Ladispoli 1 Sollecitare la riflessione e la fantasia dei ragazzi, ma anche il loro forte senso di amicizia, di appartenenza ad un gruppo classe con cui si sono condivisi per cinque anni, sorrisi, lacrime e tante splendide esperienze per poi finalmente scoprire in ognuno di loro, lo sguardo più maturo di un ragazzo e di una ragazza che si accorge ormai di far parte di questo mondo e che cerca pian piano di scoprirne i segreti e di capirne le stranezze.

Questi ragazzi, sono cresciuti, si sono impegnati, insieme hanno saputo affrontare e risolvere problemi, hanno imparato testi, poesie regole, forme, cercando di dare un senso a tutto ciò che accade fuori e dentro di loro. E finalmente sono giunti al traguardo, alla fine del ciclo della scuola primaria… ma in un periodo talmente assurdo e surreale, in un momento così difficile, a volte persino drammatico, della loro vita e di quella di tutti… Già, perché la scuola nei giorni del Coronavirus è stata una “scuola diversa”, quella della Didattica a Distanza, quella dell’uso dei tablet, pc e dispositivi elettronici, dei compiti inviati su classroom, dei quotidiani collegamenti e delle video lezioni sulle più varie e disparate piattaforme digitali, della scuola sofferta e difficile per tutti , perché vissuta in un tempo sospeso, nella privazione degli affetti e dei volti di amici, docenti e compagni, perché la rivoluzione provocata dal Covid-19, ha modificato i tempi e i luoghi, ridisegnato gli impegni e lo scorrere delle giornate tra le pareti domestiche.

Però tutto questo tempo trascorso è stato anche un’occasione per riflettere a lungo, sulla straordinaria Istituzione che è la Scuola e su ciò che la rende tale, su ciò che di imprescindibile completa il binomio alunno-insegnante… Un insostituibile corpo a corpo, anima e cuore, intelligenza e socialità. “Questo libro – sostiene l’insegnante Gaia Retrosi – vuole essere infatti, il simbolo del percorso di crescita di venticinque bambini a partire dalla classe prima fino alla quinta, dal 2015 al 2020. I testi scritti dai miei piccoli alunni, i loro disegni e le illustrazioni, raccontano la loro storia, non solo scolastica, ma anche quella della loro crescita interiore, morale e intellettuale. Hanno scritto di amore familiare, di amicizia, di solidarietà, di accoglienza ma anche di tristezza, paura e di resilienza per un momento difficilissimo della loro vita e di quella delle loro famiglie! Hanno imparato a considerare la convivenza con gli altri, tutti, come ricchezza; a capire che ogni persona può essere di aiuto all’altra, che chiunque può insegnare qualcosa e che ognuno è speciale, irripetibile e prezioso. Sono diventati ‘più grandi’; ed io sono cresciuta con loro.

Ancora un ciclo scolastico si è concluso e resta un po’ di malinconia, anche se in realtà prelude ad un nuovo inizio. Un sentito ringraziamento va ai genitori, che insieme a me, hanno seguito i figli con amore e responsabilità, contribuendo a rendere costruttivo questo periodo della scuola primaria, che non dimenticheremo mai, insieme a questo lungo e bellissimo viaggio, che ora, però, mi sembra sia stato breve!”.

E noi, vogliamo ringraziare di cuore, l’insegnante Retrosi ma anche tutti i docenti del nostro Istituto, che hanno saputo, con passione , competenza e professionalità, ricorrendo a speciali tecniche didattiche, gestire i propri alunni, anche se lontani dai banchi di scuola, che con i mezzi a disposizione hanno saputo stimolare le risorse resilienti nei bambini ,attraverso diversi strumenti come libri, video e materiale innovativo, che permettesse di costruire creativamente, storie e racconti al fine di imparare a vivere in maniera positiva questa drammatica esperienza e superare i timori che ne derivano. Un ringraziamento particolare va al nostro Dirigente Scolastico, Prof.ssa Enrica Caliendo , ai nostri colleghi, agli Ata e ai collaboratori scolastici a tutta la comunità dell’Istituto Comprensivo Ladispoli 1 che ha lavorato incessantemente, nonostante le difficoltà legate all’emergenza Covid. Una comunità educante sempre viva e dinamica, importante e indispensabile per la formazione dei nostri ragazzi che sta continuando a impegnarsi quotidianamente, per il loro rientro nella massima sicurezza e garantire il loro diritto all’Istruzione!

Marianna Miceli, docente dell’Istituto Comprensivo Ladispoli 1

Pubblicato giovedì, 6 Agosto 2020 @ 12:17:37     © RIPRODUZIONE RISERVATA