Donato Mauro: "Tondinelli ha peggiorato la situazione di Bracciano" - Terzo Binario News
Riceviamo e pubblichiamo

Una canzone di molti anni fa ci diceva che la verità fa male.A volte è vero la verità è terribilmente maleducata, svela gli inganni di chi vi ha indotto a credere che la nuova amministrazione avrebbe prodotto “il cambiamento”.

Sembrava arduo, e invece Tondinelli è riuscito nella “mission impossible”di peggiorare la situazione di Bracciano.Il fallimento del Sindaco è sotto gli occhi di tutti, in termini sociali, propositivi, realizzativi e di coerenza politica.La coesione sociale ,già fragile è stata ridotta in brandelli, sono risultati vani  i tentativi di collaborazione da parte della minoranza consiliare che rappresenta peraltro la maggioranza della popolazione.In sostanza, il potere all’interno del comune si è sclerotizzato formando una sorta di satrapia che governa e condiziona tutto abolendo la centralità del cittadino.

Nell’assemblea comunale di ieri ho dovuto ribadire che il Consiglio comunale è chiamato a tutelare gli interessi di tutta la comunità e che restano incomprensibili due decisioni fortemente volute dal Sindaco.

La prima riguardante la revoca delle commissioni permanenti  consultive che erano formate, come previsto dallo statuto comunale, da consiglieri e cittadini.A ciò si aggiunga il non avere consentito l’elezione dei presidenti di quartiere.

La seconda riguarda la pervicace volontà di voler spendere 1 milione e 250 mila euro per ristrutturare solo il campo sportivo “Vergari”,dopo avere tenuti chiusi e in stato di abbandono lo stesso “Vergari”,il campo sportivo in terra battuta e i ” Palazzetti”. Ciò nonostante la competente capo area avesse stabilito,  quasi due anni fa, che sarebbero bastate poche decine di migliaia di euro per riaprire in sicurezza il campo sportivo in erba.Non solo, ma come prima comunicazione in  Consiglio avevo proposto di istituire una struttura operativa con la partecipazione delle società sportive, dei consiglieri comunali ,del Coni e dell’assessore allo sport al fine di risolvere al più presto la questione concernente tutti gli impianti sportivi in maniera condivisa e senza spendere una somma così rilevante, tenuto conto che il bilancio comunale è tuttora in pre dissesto.La proposta è stata respinta.Da tutto ciò possiamo dedurre sia  che il Sindaco non accetta la collaborazione della minoranza consiliare, sia che non ama la partecipazione alla vita pubblica da parte dei cittadini che invece potrebbero fornire un contributo molto importante alla soluzione dei gravi problemi del paese.

Meditate gente meditate.

Pubblicato sabato, 30 Novembre 2019 @ 14:12:57     © RIPRODUZIONE RISERVATA