Delitto di Fiumicino, indagato il personal trainer di Maria Tanina Momilia: sotto sequestro la palestra - Terzo Binario News

Porterebbero alla palestra vicino a casa le ultime tracce di Maria Tanina Momilia, la donna scomparsa domenica e ritrovata morta il giorno seguente in un canale di bonifica di Fiumicino con ferite sulla testa.

Sarebbe quello – secondo gli inquirenti – uno degli ultimi luoghi, o forse proprio l’ultimo, in cui ha messo piede la donna prima di morire. E così i carabinieri, su disposizione dell’autorità giudiziaria, hanno messo oggi i sigilli ai locali.

All’interno sarebbero state scoperte tracce utili per far luce sull’omicidio della commessa 39enne, madre di due figli. Le indagini si sono fin da subito focalizzate sulle sue frequentazioni. Per l’omicidio c’è un indagato a piede libero. Si tratta del personal trainer con cui Maria Tanina, a quanto ricostruito, si sarebbe incontrata quella mattina.

Nei suoi confronti la procura di Civitavecchia non ha emesso al momento alcun fermo. Nelle ultime ore i carabinieri hanno effettuato diversi sopralluoghi anche sul luogo del ritrovamento del cadavere e nell’abitazione dell’uomo.

Altri accertamenti sono in programma sulla sua auto. Dai primi esami sembra che la donna sia stata colpita alla testa con un corpo contundente che al momento non sarebbe stato ritrovato. Probabilmente quando è stata portata nel canale era già morta.

Pubblicato giovedì, 11 Ottobre 2018 @ 07:37:33     © RIPRODUZIONE RISERVATA