La mostra “Dalla Terra al Fuoco nel Segno degli Elementi” pensata per lo spazio del Museo Civico Etrusco Romano “G. Bianchini” di Trevignano Romano è un progetto che si muove sul binario della memoria, quella personale dell’artista, rappresentata dalle sue opere ceramiche e quella delle comunità del passato, rappresentata dai reperti del Museo Bianchini, che con le opere di Simona Weller entrano in un dialogo che evidenzia diversi piani di significato.

La mostra include una selezione di opere in ceramica realizzate da Simona Weller tra la fine degli anni ’90 e i primi anni del 2000 nelle fabbriche di Deruta. L’artista ha compiuto le sue prime ricerche sulla forma negli anni settanta ad Albisola per poi spostarsi successivamente nella cittadina umbra dove ha potuto approfondire la propria ricerca materica. Per Simona Weller pittrice, formatasi nell’ambito della pittura-scrittura, passare dal concetto di superficie piana a quello tridimensionale lavorando l’argilla è stato un passaggio determinante poiché le ha permesso di visualizzare e rendere macroscopico “lo spessore delle parole”. Concretizzando il segno della sua grafia e osservando il mistero e il fascino dei reperti del mondo etrusco l’artista ha reinventato uno stile, aggiornandolo al XXI secolo, che ritrova, attraverso le forme più originali, la stessa forza e gioia della sua pittura.

Come anni fa scrisse Fabio Benzi nell’introduzione ad una mostra di ceramiche: “l’opera di Simona Weller è fatta di parole, di segni significanti, allusivi, evocativi. Il capitolo della ceramica non si deve considerare minore: la poesia che la materia duttile è capace di generare, è colta con non meno sensibilità dall’artista di quanto faccia attraverso i suoi colori a olio, i pastelli, le sue tele e le sue carte. I riccioli aperti della ceramica morbida e fremente non fanno che esaltare il cerebrale movimento della scrittura pittorica, i colori brillanti degli smalti fluidi rendono l’ondulazione esistenziale del segno ancora più libera ed aerea. Sono forme e colori connessi che raggiungono un afflato di grande bellezza formale”.

E’ interessante anche mostrare il metodo con cui Simona Weller, lavorando con il cartone, arriva a comporre quelle forme insolite ed originali che, successivamente, saranno realizzate in terracotta e che sono ispirate a un mondo  in cui le suggestioni dall’arte etrusca materializzano l’esortazione a varcare la soglia della propria epoca per entrare in un mondo di valori e credenze di una comunità che, tra il VII e il VI secolo prima di Cristo, abitava lungo le sponde del lago e si presentava aperta agli scambi commerciali e permeabile  a quelli culturali.

La mostra “Dalla terra al fuoco nel segno degli elementi” si configura, quindi, come uno spazio dove gli aspetti della produzione ceramica di Simona Weller entrano in connessione con quelli dei manufatti esposti nelle sale del Museo Bianchini, dove il confronto con i segni più antichi e tangibili della memoria di una comunità, che si materializzano nei reperti esposti costituendo una testimonianza complessa e articolata delle origini, concretizzano un’esperienza di arricchimento, piacere e rinnovamento.

Sabato 25 novembre 2023, alle ore 10.00, nell’Aula Consiliare del Palazzo Comunale, alla presenza di Simona Weller, del Sindaco di Trevignano Romano Claudia Maciucchi, e di Sonia Tucci Direttrice Museo Civico Etrusco Romano di Trevignano Romano “G. Bianchini”, verrà inaugurata la Mostra.  

25 novembre 2023 –  8 gennaio 2024
Orari: dal martedì alla domenica 9-13 / 16-19Tel. 06.99912020Piazza Vittorio Emanuele III, 1 Trevignano Romano

Pubblicato giovedì, 23 Novembre 2023 @ 14:31:57     © RIPRODUZIONE RISERVATA
Exit mobile version