Da Bruxelles cento libri per Allumiere - Terzo Binario News

Allumiere chiama e Bruxelles risponde: sono appena arrivate in Comune oltre cento copie dei libri richiesti dall’assessore alla Pubblica Istruzione, Tiziana Cimaroli, per l’imminente avvio del progetto sull’integrazione redatto insieme all’assessore alla cultura, Brunella Franceschini.

Grazie alla mediazione del centro documentazione dell’Università “Lumsa” di Roma, i ragazzi dell’istituto comprensivo di Tolfa potranno usufruire dei testi “Esploriamo l’Europa”, “Cinquantadue passi verso una città più verde” e “L’Unione Europea: fatti e cifre” come punti di partenza per il corso sull’Europa “Europa in Comune”, pensato dall’amministrazione in sinergia con il Consiglio Comunale dei Ragazzi allo scopo di avvicinare i cittadini ai valori del vecchio continente, promuovendo la conoscenza delle radici storiche del percorso europeo e delle tappe fondamentali del processo di integrazione che ha portato l’Unione Europea ad essere molto più di un semplice insieme di organi e istituzioni composte dai rappresentanti dei vari Stati membri.

A guidare i ragazzi alla scoperta di questo variegato ed eterogeno mondo sarà il Professor Dario Folchi, stimato docente della prestigiosa “Scuola Holden” (Master Biennale in Tecniche della Narrazione), nonchè sceneggiatore, autore e story editor per Magnolia, Albatross Entertainment, Samarcanda Film, Lilith Factory e altri committenti, prendendo parte alla produzione di oltre 40 prime serate di Rai1 e Canale5, oltre a decine di messe in onda su Rai1, Rai2, Rai3, Rete4 in fasce preserali e mattutine. Come autore, ghost writer ed editor Folchi ha anche collaborato con Feltrinelli, Bompiani, De Agostini, Rizzoli Lizard, Riza.

“Il progetto – ha spiegato la Cimaroli, in accordo con la Franceschini – si rivolge agli studenti della scuola secondaria di primo grado e si propone l’obiettivo di guidare i partecipanti alla scoperta di tecniche narrative per raccontare efficacemente storie attraverso la forma scritta e metodi narrativi mediati, quali mezzi audiovisivi e il digital storytelling. Tali competenze tecniche che andranno ad acquisire saranno messe al servizio della narrazione delle tematiche “Inclusione” e “Storia dell’Europa Unita”, andando in tal modo al contempo a sviluppare interesse e sensibilità verso due questioni strettamente correlate tra loro, di stringente attualità e grandemente formative. SOperando in questa maniera, si persegue infatti il duplice obiettivo di migliorare le capacità narrative dei ragazzi coinvolti, mettendoli in grado di raccontare efficacemente storie attraverso tecniche che potranno rivelarsi utili tanto nel loro proseguo degli studi quanto nella vita privata e in un futuro professionali e di renderli edotti circa la storia dell’Unione Europea: cosa rappresenta oggi, quali le tappe fondamentali del processo e quali le prospettive future, portando i destinatari a una riflessione particolare sul tema dell’inclusività, in un’ottica tanto macroscopica quanto più intima e personale”.

Soddisfatto dell’iniziativa il sindaco Antonio Pasquini. “Il Comune di Allumiere – sottolinea – sta investendo molto nel settore della cultura e della pubblica istruzione, perché, senza voler scadere nella retorica, siamo fermamente convinti che quello all’istruzione sia un diritto pari a quello alla salute o al lavoro e in tale ottica un costante investimento nel sistema educativo locale diventa determinante per la crescita della cittadina”.

Non a caso il Consiglio Regionale del Lazio ha deciso di finanziare il nuovo progetto comunale sull’integrazione europea, “Europa in Comune”, per un totale di 3.300 euro.

Pubblicato domenica, 7 Marzo 2021 @ 11:34:39     © RIPRODUZIONE RISERVATA