Cupinoro, Tellaroli: "Aspettiamo il dietrofront dell'Agraria" - Terzo Binario News

“Si è svolta, presso il Comune di Bracciano, l’assemblea pubblica sul futuro di Cupinoro, al centro stavolta di un bando emesso dall’Università Agraria (UA) di Bracciano per la concessione di terreni adibiti ad uso civico da affidare a privati per costruire impianti di trattamento e recupero di materia derivata dalla raccolta differenziata, ovvero centrali a biogas.

Il suddetto bando è stato emesso senza pensare alle conseguenze per il territorio, senza interpellare i “combattenti” comitati ed i cittadini che hanno già pagato un prezzo ambientale altissimo. Il MoVimento 5 Stelle unitamente a loro ha già depositato sulla vicenda un’interrogazione con la quale i propri Consiglieri Regionali hanno chiesto alla Giunta Zingaretti se il bando rispetti le leggi, soprattutto quelle relative agli usi civici, quali comuni fruirebbero di questi nuovi impianti e, soprattutto, quali azioni si intraprenderanno per riqualificare le aree di Cupinoro che sono ancora in attesa del trattamento post mortem.
All’Assemblea, insieme ai cittadini e comitati, siamo riusciti a far promettere all’Università Agraria (UA) di Bracciano di ritirare il bando e la statuizione di un documento comune tra le Amministrazioni locali e la stessa UA a memoria dell’incontro odierno e da porre come punto di partenza per l’avvio immediato di un tavolo tematico.
Ci auguriamo che sulla vicenda si diano riscontri alle promesse di oggi, soprattutto risposte e si metta fine definitivamente alla triste vicenda Cupinoro”.

Gruppo CNO MoVimento 5 Stelle

Pubblicato mercoledì, 22 Maggio 2019 @ 00:31:47     © RIPRODUZIONE RISERVATA