Confcommercio Civitavecchia, Carlo Tarantino: “C’è necessità di un tavolo permanente tra Comune, commercianti e Autorità Portuale” - Terzo Binario News

È stato proficuo ed interessante l’incontro del candidato sindaco Carlo Tarantino con il presidente della Confcommercio di Civitavecchia Graziano Luciani, insieme ai due vice Antonio Palomba e Giulio Santoni. Al centro del dialogo la sinergia tra Comune ed Autorità Portuale.

“Molte volte si è parlato di crocieristi che non spendono in città e quindi non portano vantaggi a livello economico-commerciale – dichiara Carlo Tarantino – e questo perché, come ho già detto in altre occasioni, si tratta di un crocierismo povero. Ragion per cui spesso ho proposto di creare un’offerta culturale da mettere a disposizione dei visitatori. Il lavoro maggiore ai commercianti civitavecchiesi arrivava dagli equipaggi delle navi”. Il presidente della Confcommercio fa sapere che “negli ultimi 5 anni si è visto diminuire di molto l’afflusso degli equipaggi presso le strutture commerciali locali a causa della diminuzione del tempo di permanenza. Proprio per questa diminuzione e il decentramento dell’uscita dal porto, molti equipaggi non scendono affatto dalla nave”. Le crew infatti “invece di confluire subito al centro cittadino facendole uscire da varco Fortezza come in passato – afferma Giulio Santoni, vice presidente – ora vengono portate a Largo della Pace, da lì sono inserite in un percorso che allunga i tempi per arrivare alle attività commerciali del centro, se si calcola che da 6 sono diventate 4 le ore di permanenza a terra”. Concordi entrambe le parti a dire “no” al Welcome Centre in progetto nell’area di Fiumaretta, che andrebbe ancora di più ad aggravare lo stato di crisi in cui riversano le attività commerciali cittadine.

“Mi sono trovato d’accordo con i rappresentanti dei commercianti di Civitavecchia – aggiunge Tarantino – soprattutto sulla costituzione di un tavolo permanente tra Comune, Commercio e Turismo, coinvolgendo anche l’Autorità Portuale per l’ascolto delle problematiche e i consigli dei negozianti”. La Confcommercio infatti reclama il poco ascolto da parte dell’ormai uscente Amministrazione comunale, e tra gli argomenti trattati c’è stata anche la questione di quanto Civitavecchia sia poco accogliente sia dal punto di vista estetico che da quello commerciale. “Ci sono belle iniziative come quella che è stata del ‘Trixman Civitavecchia’ – dichiara Santoni – ma causa la scarsa organizzazione, non ha portato nessun contributo alle attività commerciali, anzi, il centro è stato chiuso al traffico, come è stato chiuso addirittura il cimitero nel giorno della ricorrenza della festa della mamma”. Un utile consiglio anche dal punto di vista formativo dall’altro vice presidente della Confcommercio Antonio Palomba: “Abbiamo proposto dei corsi di inglese a tutti i commercianti, dato che molti non lo parlano, cercando di organizzarli con gli orari per le necessità dei negozianti. Dobbiamo rendere questa città accogliente al turismo”. Attività formative per le quali il programma di Carlo Tarantino ben si presta alle proposte della Confcommercio.

Pubblicato giovedì, 16 Maggio 2019 @ 13:13:50     © RIPRODUZIONE RISERVATA