Concorsopoli, la giunta di Ladispoli revoca la convenzione con Tolfa per allontanare Mori - Terzo Binario News

All’apparenza sembra una normale delibera di Giunta la 180 dell’8 ottobre scorso, In realtà, provando a tracciare un profilo degli omissis, si intravede il tentativo – forse tardivo – di prendere le distanze dall’ex dirigente Andrea Mori dopo il ciclone giudiziario che lo ha travolto a seguito del concorsone di Allumiere.

Ipotizzando con buona probabilità di successo, ma che si tratti di Mori, questi cha prestato servizio a Ladispoli con un contratto da 18 ore settimanali, ed ora è sotto inchiesta per il suo ruolo da presidente della commissione esaminatrice del concorso allumierasco.

“Preso atto che la Procura della Repubblica di Civitavecchia ha notificato l’avviso all’autorità pubblica dell’esercizio dell’azione penale, ai sensi dell’art. 129 disp. att. c.p.p., nei confronti del dipendente del comune di Tolfa, [OMISSIS…] sottoposto a divieto di dimora nei comuni di Tolfa e Ladispoli – è scritto nella delibera – e dato atto che il [OMISSIS…] nel trimestre luglio/settembre 2021 ha usufruito dell’aspettativa non retribuita per motivi personali.

Valutata la fattispecie in esame e constatato che attualmente, stante il divieto di dimora a Ladispoli e la conseguente impossibilità per il funzionario de quo di rendere la prestazione lavorativa a favore del comune di Ladispoli, viene meno la motivazione del mantenimento della convenzione”.

Da qui la revoca “per le motivazioni espresse in premessa, la deliberazione della Giunta Comunale n.85 del 24.04.2019” Approvazione schema di convenzione tra comune di Ladispoli e comune di Tolfa per l’utilizzo del dipendente istruttore direttivo amministrativo [OMISSIS…] per n. 18 ore settimanali”.

Pubblicato giovedì, 14 Ottobre 2021 @ 05:01:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA