Cna Sostenibile, quasi terminato Il Sapere al Lavoro - Terzo Binario News

Un caso di buona formazione. E’ alle battute finali il progetto “Il sapere al lavoro”, che porta la firma di CNA Sostenibile. Partito nel mese di novembre, si chiude con un bilancio più che positivo: 25 imprese coinvolte, 120 dipendenti che hanno usufruito di 3.470 ore di formazione. Gratuitamente.

“Numeri importanti per una esperienza che non solo coglie e soddisfa nuovi bisogni formativi, ma mette a frutto l’opportunità della formazione gratuita per le aziende aderenti a Fondartigianato. Due aspetti, questi, che siamo riusciti a coniugare, grazie al nostro contatto quotidiano con gli imprenditori e al fatto che siamo parte attiva di un sistema che ha una visione a 360 gradi delle necessità e delle prospettive del mondo produttivo”, afferma Luana Melaragni, responsabile di CNA Sostenibile.

“Per questo progetto finanziato dal FART, sono state individuate sei aree di intervento formativo. Due di queste – spiega il coordinatore, Ernesto Allegrini – hanno costituito una novità assoluta anche per noi: ci riferiamo ai corsi di qualifica per manutentore del verde e per assistente di studio odontoiatrico, entrambi autorizzati e riconosciuti dalla Regione Lazio, organizzati per consentire l’adeguamento alle nuove disposizioni legislative riguardanti le due figure professionali”.

“Gli altri corsi hanno dato risposta alle esigenze manifestate dalle imprese in materia di sicurezza (corsi base per i lavoratori, per Rls ovvero responsabile dei lavoratori per la sicurezza, per addetti all’antincendio), ambienti confinati, igiene degli alimenti e Haccp, rimozione dell’amianto. In quest’ultimo caso, gli operatori hanno conseguito l’abilitazione e ricevuto un attestato riconosciuto dalla Regione. Siamo molto soddisfatti – sottolinea Allegrini – per aver condotto in porto un progetto così impegnativo: abbiamo offerto alle imprese formazione qualificata, garantita da docenti preparati ed esperti, praticamente a costo zero”.

L’adesione a Fondartigianato, che prevede, appunto, la possibilità di richiedere il finanziamento di progetti di formazione “su misura”, non comporta oneri per l’azienda. Ricordiamo che tutti i datori di lavoro possono liberamente iscriversi a un Fondo interprofessionale, destinando così a quest’ultimo una quota delle ritenute che già versano all’Inps.

Per saperne di più e per essere informati sulle attività di CNA Sostenibile (a Viterbo, in via dell’Industria snc – zona Poggino), si può chiamare lo 0761.1768320. E-mail: ernestoallegrini@cnasostenibile.it.

Pubblicato venerdì, 21 Giugno 2019 @ 16:30:14     © RIPRODUZIONE RISERVATA