Cna: "Bene la Regione sugli indennizzi a fondo perduto per taxi ed ncc" - Terzo Binario News

Via libera alla presentazione online delle domande per ricevere gli indennizzi a fondo perduto una tantum previsti dalla Regione Lazio per il sostegno dei servizi di taxi e noleggio di autovettura con conducente, colpiti pesantemente dalla crisi economica innescata dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.

È stato pubblicato, a cura di LazioCrea, l’avviso annunciato nei giorni scorsi dagli assessori regionali allo Sviluppo Economico, Paolo Orneli, e alla Mobilità, Mauro Alessandri. Confermati sia lo stanziamento, complessivamente 8 milioni e 800mila euro, sia l’entità dell’aiuto: per ciascuna impresa 800 euro, che per i titolari di noleggio con conducente possono aumentare a 1.600 euro qualora siano in possesso di due autorizzazioni e a 2.000 nel caso di tre o più autorizzazioni.

La CNA di Viterbo e Civitavecchia esprime soddisfazione per questo intervento, che segnala attenzione verso un settore che costituisce un vitale presidio di comunità. “E’ un periodo buio per queste categorie. Dapprima le limitazioni imposte alla libertà di circolazione delle persone hanno provocato una drastica caduta della domanda, causando una brusca frenata del mercato. Adesso i timori e le incertezze circa la fase di convivenza con il virus paralizzano, di fatto, le concrete prospettive di rilancio – afferma Luigia Melaragni, segretaria dell’Associazione -. Le difficoltà nel settore del turismo, il blocco della convegnistica, delle trasferte per motivi d’affari e di quasi tutti gli eventi programmati hanno messo in ginocchio il trasporto persone, che rischia di non riaccendere i motori. Bisogna prenderne atto”.

E’ dunque positiva l’iniziativa della Regione. Ora ci aspettiamo che il governo e il Parlamento accolgano le proposte di modifica del decreto Rilancio che CNA ha presentato il settore, come la proroga fino al 31 dicembre 2020 dei versamenti tributari (con ripresa del versamento da gennaio 2021 e rateizzazione in dodici mesi) e di una serie di pagamenti, il potenziamento del contributo a fondo perduto previsto dal decreto, l’estensione a queste imprese delle disposizioni per gli ammortizzatori sociali a favore del turismo. Puntiamo molto – spiega Melaragni – sulla promozione di forme di integrazione tra trasporto pubblico locale e trasporto pubblico non di linea, compresi gli autobus a noleggio con conducente, favorendo strumenti come voucher per taxi e Ncc e l’integrazione in aree a domanda debole”.

Per usufruire delle indennità previste dall’avviso della Regione, le domande dovranno essere presentate online entro il prossimo 29 giugno. Sono beneficiari i soggetti titolari di una licenza per l’esercizio del servizio di taxi rilasciata da un Comune della regione oppure iscritti al ruolo dei conducenti presso una Camera di Commercio del Lazio e titolari di “foglio di sostituzione alla guida” che attesti l’utilizzo effettivo della licenza dal 1° gennaio 2020 e in vigore al momento della presentazione della domanda. Riguardo al noleggio con conducente, possono fare richiesta i titolari di autorizzazione per l’esercizio del servizio Ncc rilasciata nel territorio del Lazio e iscritti alla Camera di Commercio al ruolo dei conducenti.

Tutti devono essere in regola con le autorizzazioni necessarie per l’esercizio di autoservizi pubblici non di linea e con le certificazioni richieste dalle norme vigenti. Sono escluse dagli aiuti le “imprese in difficoltà” (in base al Regolamento CE 651/2014) alla data del 31 dicembre 2019.

La CNA mette a disposizione degli interessati i propri servizi di informazione e di assistenza tecnica: telefono 0761.2291, coronavirus@cnavt-civ.it.

Pubblicato sabato, 30 Maggio 2020 @ 12:38:20     © RIPRODUZIONE RISERVATA