Civitavecchia, Tesla piazza le colonnine di supericarica - Terzo Binario News

Si infittisce la rete di Supercharger targati Tesla in Italia. Le stazioni di ricarica veloce dedicate alle vetture elettriche del marchio californiano e in grado di ricaricare interamente la batteria in meno di un’ora, saranno dotate delle tecnologia di ultima generazione.

La rete di infrastrutture che consentono di ricaricare modo rapido le vetture elettriche di Elon Musk, è destinata a crescere ulteriormente per aumentare i servizi della casa madre a tutti coloro che fino a d oggi hanno scelto la mobilità elettrica secondo il visionario americano. Dopo lo sprint iniziale, in Italia si è registrato un rallentamento della rete infrastrutturale di Tesla, impegnata anche nel processo di sviluppo dei nuovi Tesla Supercharger V3 da 250 kW, i quali, a quanto sembra, avrebbero richiesto più tempo del previsto. Per il 2020, tuttavia, il piano industriale per l’Europa sembra voler riprendere con lo slancio iniziale. Sono infatti oltre 2000 i punti di ricarica che verranno innestati in questo anno, 24 dei quali destinati all’Italia. Nei piani di Tesla le nuove stazioni copriranno praticamente tutto il territorio Italiano, Sicilia e Sardegna incluse. Una certa prevalenza sarà comunque destinata al Nord, ovvero quella parte di penisola che ad oggi sta registrando il maggior numero di immatricolazioni a livello nazionale. Tra le nuove stazioni ci saranno quelle di Adda Nord e Adda Sud, sull’autostrada Brebemi, mentre altre saranno installate ad Aprilia (LT), Alessandria, Bardonecchia (TO), Carsoli (AQ) e Compofelice di Roccella (PA). Tra i tanti comuni interessati, anche Catania, Cesena, Civitavecchia, Como, Genova, Grosseto, Lamezia Terme e Milano Nord. Poi, ancora, Monopoli (BA), Olbia, Oristano, Perugia, Rho, Porto San Giorgio, Roma Ovest, Torino e Udine.

Pubblicato lunedì, 27 Gennaio 2020 @ 06:00:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA