Civitavecchia, si sblocca (per ora) la vertenza Port Mobility - Terzo Binario News

di Matteo Corona

La vertenza Port Mobility pare sbloccarsi. A Prato del Turco è arrivato il Certificato di Identità Gare che consente, tramite le banche, un anticipo di cassa e dunque il pagamento degli stipendi ai dipendenti, che verrà effettuato venerdì. Niente protesta per lo stesso venerdì, anche se da parte dell’Ugl la responsabile territoriale Fabiana Attig ha detto che la sua sigla manterrà lo stato di agitazione.

In una conferenza stampa, il presidente Edy Azzopardi ha annunciato lo sblocco della situazione sebbene le perplessità e i problemi rimangano: “Si riesce a interloquire solo con la segretaria dell’Adsp Roberta Macii e all’interno del porto ci sono delle criticità delle quali nessuno si occupa. Ho cercato contatti con il presidente di Majo ma inutilmente. Per ora sappiamo che verranno erogati ma rimangono interrogativi sui costi legati al passeggero, che diminuiscono di anno in anno, e su cosa accadrà dal primo giugno in poi. Non si riesce neanche a navigare a vista”.

Poi una questione che si è porta questi giorni: gli attacchi politici. “Spero che quanto affermato da Fabio Angeloni non risponda alla posizione di tutto il Pd. Se così fosse mi preoccuperei. Parla senza sapere cosa dice, apre bocca dandogli fiato. Non ha una sola prova a sostegno della sua tesi” la conclusione di Azzopardi.

Presenti tra gli altri il presidente di Unindustria Civitavecchia Stefano Cenci e rappresentanti delle sigle sindacali.

Pubblicato martedì, 24 aprile 2018 @ 19:37:47     © RIPRODUZIONE RISERVATA