Civitavecchia, "il bene superiore della città" unico fine di Fdi targato Vitali - Terzo Binario News

L’uscita del coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia Marco Silvestroni, che senza citarlo, chiama in causa pesantemente Dimitri Vitali e indirettamente Massimiliano Grasso, rischiando di aprire una frattura – se non proprio una voragine – all’interno del partito della Meloni.

Infatti l’impressione è che in molti intendano dare ragione a Vitali che, in nome del successo possibile del centrodestra alle elezioni con un candidato unico di coalizione – che sarebbe il leghista Enrico Zappacosta – avrebbe ragionato su un appoggio di Fdi al candidato salviniano, chiedendo un sacrificio al leader de La Svolta. Nei commenti sulla sua pagina, diverse persone approvano la sua proposta. Invece per ora appare nebuloso il futuro di Fratelli d’Italia, sebbene l’esempio delle Regionali abruzzesi abbia dimostrato il funzionamento del modello di coalizione.
Intanto Vitali ha scritto un post criptico sui social dopo quello che ha fatto detonare l’esplosione: “E se poi alla fine fossi stato lungimirante e che la mia azione politica fosse stata unicamente improntata alla tutela del partito? Come la mettiamo? Leggo novelli ingressi nel partito non locali per fortuna cimentarsi in giudizi affrettati. Certo che sono un dirigente del partito certo che mi attengo alle disposizioni è ovvio.. sono venti anni che navigo per questi mari so benissimo come funziona. Abbiate fede e tanta tanta pazienza….”
Questa invece la prima uscita social, criticata da Silvestroni: “Chi viene dal nostro ambiente politico sa bene che sono abituato a ragionare in una certa maniera, prima di tutto viene la vittoria nella nostra città. L’interesse e il bene per una popolazione, vessata, depressa e demoralizzata da un periodo politico davvero atroce. Rappresento la storia e la continuità di FdI a Civitavecchia, questa è la volontà mia e di tutti i miei amici del partito”.
“Dobbiamo riconoscere a Massimiliano Grasso il ruolo di capo dell’opposizione al governo di Antonio Cozzolino e del Movimento 5 Stelle. Le sue battaglie le conosciamo tutti e noi le abbiamo sempre sostenute. Enrico Zappacosta rappresenta la novità di un movimento politico, la Lega, che ha dominato e sta dominando in termini percentuali la scena politica di tutta Italia. Sono amici, siamo amici e con le altre anime civiche non possiamo non trovare un accordo basato soprattutto sul primo vero obiettivo, mandare a casa quell’accozzaglia politica, di persone brave ma totalmente incapaci nel gestire una città importante come Civitavecchia. Non devo certo essere io a dirlo. Basta guardare l’ultima uscita su Fiumaretta per capire che della vita sociale di questa città non hanno capito assolutamente nulla”.
“Fratelli d’Italia ha avuto un ruolo importante in questo avvicinamento al voto. Siamo stati sempre favorevoli all’unità, sempre. Fin dalla prima ora. Adesso credo che manchi poco e tra persone intelligenti prevale sempre il bene comune e non i personalismi. Massimiliano Grasso è persona intelligente e fondamentale per ricostruire, insieme a Zappacosta, una Civitavecchia che oggi ricorda quella bombardata del dopoguerra. Gli amici di Forza Italia con i vari Roberto D’Ottavio, Giancarlo Frascarelli e via via tutti gli altri, contribuiranno alla rinascita della nostra città”.

Pubblicato domenica, 17 Febbraio 2019 @ 19:23:14     © RIPRODUZIONE RISERVATA