Civitavecchia, Augello a piedi pari su Vitali: "O si va con Grasso o prendo decisioni" - Terzo Binario News

L’esponente nazionale di Fratelli D’Italia Andrea Augello utilizza la sua pagina facebook per rispondere a Dimitri Vitali in merito alle dichiarazioni sulla scelta del candidato sindaco di Civitavecchia e alle responsabilità attribuite sulla vicenda all’ex sottosegretario:

https://www.facebook.com/Andrea-Augello-153603464686120/

LEGGO DICHIARAZIONI SURREALI CHE MI COINVOLGONO A SPROPOSITO IN VICENDE RELATIVE A CIVITAVECCHIA…

Mi hanno inviato copia di un articolo di cronaca locale che mi cita a sproposito a margine di vicende relative al centrodestra cittadino. Dunque, pare che due signori che hanno a turno ricoperto incarichi di partito in fratelli d’Italia, abbiano dolorosamente deciso di cambiare opinione sul prossimo candidato a sindaco, ricredendosi su un documento da loro sottoscritto in favore di Massimiliano Grasso, per scoprire insospettate qualità in una nuova candidatura di marca leghista, incarnata niente meno che da Enrico Zappacosta. Davanti ad un nome così, come non comprenderli e soprattutto perchè scandalizzarsi: a Civitavecchia è un’usanza diffusa nel centrodestra cambiare idea su materie così volatili, firmare e smentire documenti e proclami programmatici. Usa così ed è inutile farne un dramma: sarebbe come reclamare perchè a Pamplona liberano i tori per le strade. Ciò che mi sorprende è che mi abbiano citato, attribuendomi volontà e sentimenti di varia natura. Mi sorprende perchè con uno dei due non credo di aver mai parlato in vita mia, mentre l’altro l’ho visto ad una mia manifestazione addirittura prima di Natale. Voglio chiarire che finora sul destino di Civitavecchia non ho mai partecipato neppure ad una riunione: sapevo che tutti erano d’accordo sulla candidatura di Massimiliano e non avevo motivo di occuparmi della questione. Dopo il nostro ingresso in Fratelli d’Italia, avevo avuto conferma proprio dai vertici regionali e provinciali del partito che questa scelta era apprezzata e ribadita. Lo stesso mi era stato detto da qualificati esponenti di Forza Italia. Al massimo pensavo che di fronte ad un’altra candidatura della Lega si potesse ricorrere alle primarie, a condizione che fossero d’accordo i due candidati. Quindi perchè avrei dovuto occuparmene? Ora pare che qualcuno ci abbia ripensato, che è legittimo, anche se non è mai una bellissima cosa. Aspetterò una settimana per consentire a tutti di riflettere molto, molto attentamente sulle loro scelte finali. Poi mi occuperò della cosa. Personalmente. E tutti noteranno la differenza. Lo farò perchè quei territori mi stanno a cuore e perchè da sempre esprimono significativi consensi in mio favore. Fino a quel momento non ci sono motivi per attribuirmi cattivi pensieri o intenzioni malevoli che mai ho espresso. E poi io non odio nessuno. Al massimo, qualche volta, contrasto a fin di bene idee che ritengo sbagliate, ma sempre con garbo e con apprezzabile efficienza. Spero che Massimiliano sia così paziente e generoso da consentire i tempi tecnici necessari a tutti per riconoscersi, in via definitiva, nella sua candidatura. A volte ci vuole comprensione e tanta, tanta pazienza”.

Pubblicato domenica, 17 Febbraio 2019 @ 20:40:19     © RIPRODUZIONE RISERVATA