Ciro Di Fiandra approda al Santa Marinella - Terzo Binario News

Ciro Di Fiandra approda al Santa Marinella. Il bomber 36enne ex Civitavecchia e Fiumicino, ha detto sì alla corte rossoblù dopo qualche allenamento disputato a San Gordiano, dove la compagine di Nicola Salipante sta svolgendo la preparazione pre-stagionale. Accordo e annuncio, con il centravanti che va a puntellare il reparto offensivo.

«Attaccante di provata esperienza – scrivono dal sodalizio della Perla – conosciutissimo a livello regionale, per il pubblico del Litorale è il bomber implacabile che ha indossato la maglia del Fiumicino. A parte il suo palmarès, vale la pena ricordare un aneddoto di rilievo che lo riguarda relativo a un bellissimo gesto di correttezza sportiva, inusuale nel mondo del calcio che lo ha visto protagonista qualche anno fa. Si fermò per far soccorrere un avversario durante una partita tra Fiumicino e Bagnoregio invece di andare a segnare un gol». Poi le partentesi di Civitavecchia, Cerveteri, Campus Eur, ancora Fiumicino e adesso il Santa Marinella.

L’ambizione del centravanti è tanta, quanta la voglia di giocare: «Sono arrivato in questa squadra trovando nomi importanti – dice Di Fiandra – con gente che fino alle ultime due stagioni militava fra serie D ed Eccellenza come Gallitano, Trebisondi o Pagliuca. Possiamo fare veramente tanto bene, il che non significa vincere la Promozione ma arrivare fra le prime cinque posizioni sì. Mister Salipante è vero che ha predicato cautela ma il gruppo è unitissimo oltre che umile».

Il giocatore la scorsa settimana ha cominciato a svolgere qualche allenamento mentre lunedì è arrivato il sì definitivo. Ora si lavora sulle gambe: «Per la parte tattica è ancora presto, per ora si lavora sul fronte atletico visto che manca ancora un mese al campionato. Inoltre aspettiamo con impazienza il campo nuovo della Perla che dovrebbe essere inaugurato a fine settembre. Non nascondo che questo è stato uno stimolo ulteriore ad accettare l’offerta.

Il Covid? Mi ha fatto allontanare molto dal calcio dilettantistico. La speranza è che il periodo nero sia definitivamente alle spalle, specie per i giovani. Con il Tolfa ci sarà il primo impegno stagionale e vogliamo arrivarci bene. Loro tosti come sempre, specie allo Scoponi si fanno valere». Infine l’obiettivo personale: «A 36 anni quel che dovevo fare ho fatto. Vorrei aiutare i ragazzi della rosa. Il numero di gol dipende da tanti aspetti, ma la continuità è fondamentale pertanto spero non si fermi la stagione come in passato» la conclusione di Ciro Di Fiandra.

Pubblicato venerdì, 3 Settembre 2021 @ 08:02:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA