Cgil Fp Civitavecchia su Csp: "Profondo rosso, attendiamo il piano di risanamento" - Terzo Binario News

La CGIL Funzione pubblica condivide le preoccupazioni del presidente di CSP Antonio Carbone sulla grave situazione finanziaria della società. D’altra parte è proprio per questo motivo che, insieme ad altre sigle sindacali, ha ripetutamente richiesto da novembre un incontro con Comune e Società per derimere la questione.

Gli accordi di marzo 2019 prevedevano il ricorso al lavoro interinale al massimo per 2 mesi, eppure a distanza di un anno l’azienda continua a pagare questo grande costo. Perchè si è lasciato che i conti continuassero ad andare in rosso? Quali nuovi sacrifici verranno chiesti ai lavoratori? Condividiamo la necessità di snellire la “soverchiante burocrazia aziendale” e di riconoscere la “dedizione al lavoro soprattutto di chi è su strada”, ma non vorremmo che l’emergenza Covid-19 sia l’occasione per riorganizzare l’azienda senza il consenso dei lavoratori.

D’altra parte, nella tragicità del periodo, CSP comunque garantisce servizi pubblici essenziali, quali l’igiene ambientale, i servizi cimiteriali, le farmacie e il trasporto, che sono tra i pochi a non fermarsi, mentre gli stipendi degli assistenti all’educazione dovrebbero essere garantiti dal Comune come committente. Attendiamo quindi il piano di risanamento, ribadendo la nostra contrarietà a privatizzazioni e riduzioni dei servizi.

Pubblicato mercoledì, 25 Marzo 2020 @ 21:05:13     © RIPRODUZIONE RISERVATA