Cerveteri ricorda la caduta del Muro di Berlino - Terzo Binario News

Nell’anno in cui ricorre il 30esimo Anniversario dalla Caduta del Muro di Berlino, l’Amministrazione comunale di Cerveteri attraverso l’Assessorato alle Politiche Sociali vuole commemorare questo avvenimento storico attraverso un’iniziativa tra arte, parole e musica alla quale prenderanno parte numerose realtà associative del territorio, scuole e ovviamente la cittadinanza.

Sabato 7 dicembre a partire dalle ore 16:00 all’interno dell’Aula Consiliare del Granarone, si svolgerà l’iniziativa “Oltre i Muri”, un appuntamento ad ingresso gratuito durante il quale verrà ricordata la caduta della Cortina di Ferro che fino al 1989 divideva in due il vecchio continente.

“Sebbene la nostra società sia oggi libera e democratica, fondata sui valori della Costituzione, ancora oggi, a trent’anni dalla caduta del Muro di Berlino, viviamo ostacoli molto più insormontabili di un muro di mattoni. Tra questi, ci sono i muri nelle ideologie, nelle azioni, nelle parole, nei pensieri. Quei muri sorretti da correnti e fazioni politiche, che anziché lavorare per l’unione e l’accoglienza, lavorano per dividere i popoli, per metterli l’uno contro l’altro, per far sì che l’uno veda un nemico nell’altro – ha dichiarato l’Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Cerveteri Francesca Cennerilli – insieme a tante realtà associative e tante persone del nostro territorio, tra cui la Delegata alle Politiche per la Pace Lucia Lepore, la Consigliera comunale aggiunta Nawal El Mandilli e Carmen Rosa Chilet Bazalar, membro della Consulta dei Cittadini Migranti e Apolidi del Comune di Cerveteri, la Cooperativa LIBERA del Maestro Armando Profumi, l’Associazione InArte e il Corpo Nazionale Esploratori Italiani di Bracciano e il prezioso contributo dei ragazzi della Scuola Enrico Mattei, abbiamo fortemente voluto realizzare un evento per ricordare quell’importantissimo periodo storico. Sarà occasione per commemorare e ricordare chi per una Europa unita, senza muri, ha combattuto e perso la vita”.

In programma, performance del Gruppo Teatrale “LIBERA”, esposizioni di opere d’arte contemporanea, e gli interventi della scrittrice Vera Pegna, attivista e scrittrice italiana, fortemente impegnata nella lotta contro la mafia e per la pace nelle zone difficili del mondo, e dei ragazzi dell’Istituto Enrico Mattei.

Pubblicato mercoledì, 4 20 Dicembre19 @ 20:58:35     © RIPRODUZIONE RISERVATA