Cerveteri, Minasi: "Pascucci pensa alla carriera e il territorio ne risente" - Terzo Binario News

“Dopo di noi, il diluvio (si usa dire anche “la tempesta”) è un modo di dire italiano sul calco del francese après nous, le déluge.

L’espressione, riferita a chi sente che dopo la propria morte (reale ,politica o metaforica) ,le cose andranno a finire male e dimostra lo scarso interesse per il destino altrui ad esempio il Sindaco di Cerveteri che , da tempo, sta cercando una visibilità e una carriera politica nazionale presentandosi con un nuovo partito tralasciando la cura del territorio a lui affidato. Un altro significato può essere legato alla prossimità di una rivoluzione, indicando che dopo la caduta della monarchia o il regno di Messier Pascucci non vi può essere che il caos e la devastazione che lui, cerca riuscendoci. di anticipare È una frase attribuita a Madame de Pompadour (nata Jeanne-Antoinette Poisson) che intendeva sollevare il morale di Luigi XV, suo amante, dopo la sconfitta di Rossbach, invitandolo a non pensare alle drammatiche consegue
Il dilivuio a Cerenova è già arrivato e da tempo Il territorio tutto risente dell’abbandono e della mancanza di una pluriennale programmazione parco Marco Vannini ex Caerelandia privo di giochi , quello di di via Luni non adeguato alle necessità dei giochi dei bambini , la piazza del mercato già chiamata l’isola dei sogni per giunta vandalizzata . Il degrado regna sovrano mentre la contigua Ladispoli cresce negli anni Cerenova muore giorno dopo giorno anno dopo anno sprofondando nel suo degrado come se ciò fosse normale. Identiche tasse le pagano i cittadini di Cerveteri e di Ladispoli ma da molti anni Gino Ciogli docet Ladispoli cresce e Cerveteri ,tutta, lentamente si spegne fatti salvi gli spettacoli musicali, cinematografici, canzoni e canzonette”.
Nonno Gaetano Minasi

Pubblicato giovedì, 10 Ottobre 2019 @ 17:15:10     © RIPRODUZIONE RISERVATA