Cerveteri, l'ANAC pressa il comune sull'appalto scuolabus - Terzo Binario News

L’ANAC sta vigilando sul contratto del trasporto scolastico a Cerveteri.

Lo rivela il giornalista Aaron Pettinari in un articolo nel quale vengono riportati stralci di un documento che sarebbe stato inviato ad inizio settembre dall’anticorruzione al comune.

Nel documento si legge che: “La situazione di irregolarità in cui versava in precedenza la Società esecutrice, in seguito a quanto dichiarato dal Comune ed a quanto comprovato dagli allegati documenti, pare ora santa e rispondere ai dettami del capitolato (…) Si rileva tuttavia nel periodo iniziale l’inefficacia dei controlli effettuati di questa Stazione appaltante preordinati all’accertamento della corretta esecuzione del contratto e ad assicurare un delicato servizio agli alunni della scuola dell’infanzia primaria e secondaria (…) Si comunica la definizione del procedimento ai sensi dell’art.21 del Regolamento sull’esercizio di vigilanza in materia di contratti pubblici del 15 febbraio 2017, invitando il Comune di Cerveteri ad adottare tutti gli eventuali provvedimenti volti ad assicurare la corretta esecuzione del contratto fino alla scadenza dello stesso”.

I controlli nascono dalle continue denunce dell’associazione Mamme Etrusche che avevano denunciato l’assenza di cinture di sicurezza ed altri inadempimenti del capitolato, tra cui l’idoneità dei luoghi di lavoro per i lavoratori della società Fratarcangeli-Cocco che sta svolgendo l’appalto.

L’ANAC nella relazione prende atto che alcune prescrizioni dell’appalto sono state prese in considerazione ma l’associazione non abbassa la guardia.

Nel frattempo, a seguito degli esposti, la Procura di Civitavecchia avrebbe aperto una inchiesta. Nei prossimi mesi il Gip deciderà se proseguire o se archiviare l’inchiesta.

Pubblicato martedì, 8 Ottobre 2019 @ 08:08:51     © RIPRODUZIONE RISERVATA