Cerveteri, la Gubetti su Ispra: "Dati sui rifiuti parziali, ma andamento positivo" - Terzo Binario News

“A seguito della pubblicazione da parte di ISPRA del Rapporto Rifiuti Urbani 2018, strumento di lettura dei dati relativi ai singoli Comuni sulla raccolta differenziata, realizzato dopo una puntuale analisi ed elaborazione di dati da parte del Centro Nazionale per il Ciclo dei rifiuti, Elena Gubetti, Assessora alle Politiche Ambientali del Comune di Cerveteri commenta così il documento pubblicato.

“Intanto va spiegato che ISPRA – spiega la Gubetti – fornisce i dati, aggiornati all’anno 2017, sulla produzione, raccolta differenziata e gestione dei rifiuti urbani. I dati che ISPRA utilizza sono quelli forniti direttamente dai Comuni relativi a tutti i conferimenti effettuati nei 12 mesi del 2017 – ha dichiarato l’Assessora Elena Gubetti – per una corretta lettura dei dati relativi al nostro Comune, non sempre effettuata da gruppi politici e comitati che troppo spesso commentano ed emettono sentenze senza avere cognizione di causa, è bene ricordare che a Cerveteri la raccolta differenziata porta a porta è stata estesa a tutto il territorio solamente a giugno del 2017. Questo significa che nell’anno preso in esame da ISPRA nel nostro Comune, per i primi 5 mesi veniva effettuata una raccolta mista: per certe zone la raccolta era già porta a porta ma per altre, che rappresentano più della metà della popolazione, la raccolta avveniva ancora con i vecchi cassonetti stradali, dove tutto era indifferenziato. Quindi la media che ci riporta ISPRA nasce da 5 mesi di raccolta mista e 7 mesi di raccolta porta a porta a tappeto nel territorio”.

“Il dato 2017 – prosegue la Gubetti – è del 45,36% con un incremento rispetto al 2016 del 33.19%, infatti nel 2016 anno in cui ancora il porta a porta era riservato solo al centro storico e alla frazione di Valcanneto eravamo fermi al 12.17%. Il dato è dunque veramente confortante, frutto di una eccellente risposta dei cittadini che evidentemente erano pronti a questo importante cambiamento. Infatti per avere una media sui 12 mesi del 45 % significa che i primi 5 mesi sono stati come quelli del 2016 e cioè con una percentuale pari al 12/13%, in effetti il sistema di raccolta era identico all’anno precedente, mentre nei 7 successivi è stata sempre raggiunta una percentuale di circa il 64/65%. Media che si è consolidata ed è andata gradatamente aumentando nel 2018, fino a sfiorare il 70% in alcuni mesi. Ma questo lo verificheremo nel 2020 quando ISPRA li pubblicherà. Penso che aver portato la nostra città a questo risultato così importante sia una bella soddisfazione per tutti quei cittadini che hanno capito l’importanza di ridurre riciclare e riusare al meglio tutti i materiali, adottando ogni giorno comportamenti responsabili e rispettosi dell’ambiente”.

Pubblicato giovedì, 10 20 Gennaio19 @ 14:11:48     © RIPRODUZIONE RISERVATA