Cavaliere spieghi il nesso fra free vax e plessi sicuri, lasciando stare complotti e scie chimiche - Terzo Binario News

Che la politica sfrutti le problematiche del momento affinché si possa cavalcare l’onda populista, capita tutti i giorni e a qualsiasi livello. Però è brutto constatare che un consigliere comunale, in nome di una battaglia personale neanche condivisa dalla sua stessa maggioranza, faccia politica sulla pelle di bambini e ragazzi. I

l caso evidente è quello del consigliere di Fratelli d’Italia Raffaele Cavaliere che, approfittando dell’inizio dell’anno scolastico, ha utilizzato un sistema molto poco ortodosso per sensibilizzare i ladispolani su un tema probabilmente da approfondire come la libertà vaccinale associandolo – secondo parametri decisamente incomprensibili – alla sicurezza dei plessi. In altre parole il consigliere avrebbe detto: o fate entrare in classe gli studenti, i cui genitori hanno deciso di eludere l’obbligo vaccinale oppure sfruttate l’arma potenziale della non agibilità della scuola.

Più in generale, sulla vaccinazione bisognerebbe tenere fuori i bimbi stessi dalla questione e ragionare in maniera più ampia su basi scientifiche e non su bislacche teorie complottistiche. Detto ciò, il modo barbaro con cui il consigliere di maggioranza sta usando la clava del ricatto nasconde una domanda a cui Cavaliere non ha risposto: quale sarebbe il nesso tra l’ingresso in classe dei bimbi non vaccinati e la sicurezza della scuola? Allora della stabilità dei plessi non ci si preoccupa sempre ma solo quando fa comodo, invece di essere sempre stare attenti e vigili sotto questo aspetto ancora di più quando si rappresenta la maggioranza politica della città, sulla quale, va ricordato, pesa l’obbligo politico e amministrativo di garantire la sicurezza di bimbi e ragazzi.

Evidentemente secondo il consigliere di Fratelli d’Italia semplicemente è un tema utile solo quando fa comodo per battaglie curiose. Intanto spieghi il nesso, lasciando stare la burocrazia – che interessa poco o nulla – e risponda alla domanda specifica che ha tentato di eludere. Si concentri sulla problematica senza distrarsi con le riserve auree del Vaticano, quelle sì sedicenti tali, oppure con le scie chimiche che evidentemente offuscano il suo pensiero.

A.V. 

Pubblicato martedì, 18 Settembre 2018 @ 00:28:41     © RIPRODUZIONE RISERVATA