Cavaliere, cittadini di Ladispoli furiosi: "Basta argomentazioni sul nulla scientifico" - Terzo Binario News

“Palazzo Falcone dica che intende appoggiarlo”

“Ho letto la lunga lettera del delegato del Sindaco di Ladispoli Raffaele Cavaliere che ritengo per lo meno indisponente e alla quale replico, con poche righe, ricordando che la Corte Costituzionale considera il diritto alla vita «riconosciuto implicitamente – come “primo dei diritti inviolabili dell’uomo” (sentenza n. 223 del 1996), in quanto presupposto per l’esercizio di tutti gli altri – dall’art. 2 Cost. (sentenza n. 35 del 1997).

Sono un cittadino ultrasettantenne con un precario stato di salute e desiderando ancora una vita terrena pur se precaria Le chiedo di evitare per il futuro la pubblicazione di argomentazioni No Covid, No mask basate sul nulla di scientifico per il rispetto alla vita di noi cittadini.

Tali argomentazioni ,soprattutto, in periodo di crisi sia sanitaria che economica le ritengo estremamente pericolose e fuorvianti.

Basta poco per creare un nuovo cluster con nuove limitazioni, ulteriori povertà e nuovi decessi e il Dott Cavaliere che oltre a essere un politico della attuale maggioranza è un noto psicologo non potendo non saperlo dovrebbe astenersi dall’invio di tali comunicati.

Chiedo al comune che mi rappresenta di esprimersi ufficialmente in merito ai quali provvedimenti per la salvaguardia della salute e delle attività economiche della città vorrà assumere.

Ladispoli seguirà le indicazioni fornite dal suo delegato Cavaliere ? Desidero sapere se sia consigliabile, per lo meno, a noi ex giovani continuare a vivere in questa che una volta era chiamata la città della salute. Che Ladispoli sia divenuta ,a nostra insaputa , ex città della salute”.

Gaetano Minasi

Pubblicato giovedì, 17 Settembre 2020 @ 05:01:56     © RIPRODUZIONE RISERVATA