Caso Vannini, secondo un ex della Finanza Izzo avrebbe già coperto Ciontoli in un altro caso - Terzo Binario News

Secondo quanto avrebbe dichiarato un ex sottoufficiale della Guardia di Finanza, Antonio Ciontoli sarebbe stato aiutato da Izzo in un altro caso che lo ha visto protagonista.

L’indiscrezione emerge dalla trascrizione di una intercettazione pubblicata dal quotidiano on line Etruria News e che Vannicola insieme al suo legale avrebbe consegnato in procura nell’inchiesta che lo vede coinvolto insieme ad Izzo.

Vannicola deve in ogni modo dimostrare che quanto riportato alla stampa, circa il rapporto tra Izzo e Ciontoli, è veritiero onde evitare tra l’altro che la situazione gli si giri contro.

Nell’intercettazione emergerebbe che presso la caserma di Ladispoli vi sarebbe un fascicolo che riguarda Antonio Ciontoli aperto per una vicenda una rapina o estorsione ai danni di una prostituta sull’Aurelia. Secondo quanto esposto dal sottoufficiale della Finanza, l’episodio sarebbe ricaduto nel tratto di strada competente di Roma e per questo la vicenda sarebbe dovuta andare in Procura di Roma. Si sostiene invece che Izzo abbia fatto in modo che l’episodio sia stato fatto ricadere sul territorio di competenza della procura di Civitavecchia, e che quindi il fascicolo finisse nella caserma dei Carabinieri di Ladispoli.

Ma perché vi dovrebbe essere questo rapporto tra Antonio Ciontoli ed il maresciallo Izzo? Come dichiarato da Vannicola vi sarebbe una specie di patto secondo il quale Ciontoli avrebbe aiutato Izzo, una volta in pensione, ad entrare nei servizi segreti.

Ma la documentazione ufficiale al momento è ancora segretata in quanto il nuovo procedimento aperto in procura di Civitavecchia è in fase di indagine.

Pubblicato domenica, 22 Settembre 2019 @ 09:24:07     © RIPRODUZIONE RISERVATA