Caso Vannini, il GUP ha deciso: tutti rinviati a giudizio - Terzo Binario News

famiglia-ciontoliE’ giunta pochi istanti fa la notizia che il GUP ha rinviato a giudizio Antonio Ciontoli, Maria Pezzillo, Martina Ciontoli e Federico Ciontoli e Viola Giorgini.

Invariati i capi di imputazione. I Ciontoli andranno quindi a processo per omicidio volontario mentre Viola Giorgini per omissione di soccorso.

La decisione è arrivata dopo 2 ore e mezzo di camera di consiglio.

L’udienza preliminare era stata aggiornata alle 9 di questa mattina. Presenti in aula i Vannini con i loro legali compreso l’avv. Coppi, assente lo scorso 9 febbraio.

Per la parte dei Ciontoli è comparso per la prima volta in aula Antonio, reo confesso di aver esploso un colpo da arma da fuoco su Marco Vannini, fidanzato della figlia Martina.

In aula anche il Pm D’Amore che ha formulato ad apertura dell’udienza le richieste di rinvio a giudizio.

Fuori dall’aula la stampa da tutta Italia che attendeva da mesi questo primo fondamentale passaggio giudiziario.

AugewH1_O0J7iZrniOM51wuDPSM3eZ4dyJH4HlLkH3RY Dalle prime battute Roberto Carlini, zio di Marco aveva fatto trapelare che per Viola Giorgini poteva non scattare il rinvio a giudizio, ma dalla decisione del GUP è invece emerso il contrario. La famiglia Vannini è stata soddisfatta della requisitoria del pm.

Tra i banchi della difesa Antonio Ciontoli che durante tutto il tempo dell’udienza ha tenuto lo sguardo basso ed ha preso spesso appunti su dei fogli. Ciontoli ha abbandonato il tribunale intorno alle 14, al termine dell’udienza e quando il giudice si è ritirato in camera di consiglio.

Fuori dall’aula sono intervenuti i legali dei Ciontoli. L’avv. Messina contesta la ricostruzione del pubblico ministero. “Le perizie ed il tappeto processuale danno una situazione completamente diversa da quello e emerge e comunque dalla ricostruzione del pubblico ministero”. Sempre Messina aggiunge che dalla ricostruzione del pm non emergerebbe l’elemento soggettivo che semplifica quindi la situazione.

Con il rinvio a giudizio di oggi parte di fatto il processo agli imputati.

La prima udienza è fissata per il 23 maggio, poco più di un anno dopo la morte di Marco.

Aggiornamenti

Pubblicato venerdì, 4 Marzo 2016 @ 16:36:02     © RIPRODUZIONE RISERVATA