Caso Fioravanti, M5S su Grando: "Difendere un consigliere anche a costo dell'etica" - Terzo Binario News

Riceviamo e pubblichiamo dal M5S di Ladispoli – “Dopo l’ammissione di colpa del consigliere Fioravanti in merito alle questioni di legalità e giustizia che lo hanno visto coinvolto, ci stupisce la posizione del Sindaco, che schiera la maggioranza a difesa del suddetto consigliere e del, tuttora, assessore Falasca (anche lui coinvolto in questioni legali).

Questo potrebbe sorprendere solo quei pochi cittadini che avevano votato l’attuale maggioranza credendo in un cambiamento, non solo pratico ma anche etico, ed in questi pochi mesi non avevano già trovato motivo di pentirsene. In questo primo anno di attività il Sindaco ha più volte chiarito, con fatti e parole, quale sarà il senso per la legalità del suo mandato. Lo ha dimostrato gestendo il rinnovo della convenzione di Marina di San Nicola, il recupero dell’Auditorium Freccia, i miasmi notturni che soffocano i quartieri del Cerreto e Miami e potremmo continuare l’elenco. Tutte situazioni in cui sono emerse attività e comportamenti quantomeno dubbie, anche da parte delle passate amministrazioni, ma di cui il Sindaco ha deciso di non approfondire o di non raccogliere e trasmettere gli atti alle competenti autorità.

Evidentemente per il Sindaco sono altre le priorità ed il fatto che uno dei primi atti originali dell’amministrazione sia il tentativo, maldestro, di sanare le attività di famiglia dovrebbe far riflettere.
Di fronte a tanta tracotanza il Movimento 5 Stelle sarà ancora più attento e vigile nella difesa degli interessi della cittadinanza. Saranno quattro anni di lotta e duro impegno, noi non faremo sconti”.

Pubblicato mercoledì, 13 giugno 2018 @ 11:34:56     © RIPRODUZIONE RISERVATA