I capelli di Trump, il mistero svelato dal suo medico - Terzo Binario News

Sui social network non è raro incontrare svariati meme e vignette su Donald Trump e sui suoi capelli, abbastanza vistosi e spesso oggetto di ironia e di sarcasmo soprattutto durante la battaglia per le elezioni americane. Eppure, va considerata una cosa: Trump va per i 71 anni, dunque – al di là del fatto che il personaggio possa portare per natura a sorrisi e prese in giro – vantare una chioma del genere a quell’età merita rispetto, e probabilmente invidia. Ma il segreto dei fluenti capelli del neo presidente degli Stati Uniti d’America sarebbe stato recentemente svelato dal suo medico, Harold Bornstein: un farmaco per la prostata.

Il suddetto farmaco, progettato per combattere le forme di cancro alla prostata, sarebbe a base di finasteride: una soluzione particolarmente invasiva, dato lo scopo ultimo. Questo elemento, nello specifico, avrebbe delle caratteristiche positive per favorire la ricrescita dei capelli, ma non è ovviamente possibile utilizzarlo al di fuori del suo obiettivo. Ma questo non vuol dire che non siano presenti altre soluzioni più idonee, e soprattutto meno invasive e a prezzi più accessibili.I prodotti specifici per contrastare la calvizie, come per esempio i prodotti Bioscalin con sincrobiogenina,  sono in grado di garantire ad un prezzo contenuto miglioramenti altrettanto importanti nel campo della salute dei capelli grazie alla speciale formula appositamente studiata

Niente trapianti, dunque. Donald Trump da questo punto di vista è stato chiarissimo: come ammesso con orgoglio di fronte alle telecamere, più di una volta, lui va fiero dei suoi capelli soprattutto perché non soggetti a nessuna di queste pratiche chirurgiche. Ad aver dato conferma di ciò, il dott. Bornstein: durante un’intervista rilasciata alla famosa testata New York Times, il luminare ha confidato che il merito del volume e della brillantezza dei capelli di Trump sarebbe dipeso dall’utilizzo del farmaco anti-tumorale sopra citato. Ma questo non sarebbe l’unico “segreto” dei capelli di Trump.

Il presidente USA, infatti, avrebbe un vero e proprio “menu” pensato per mantenere in salute la propria chioma, non solo a base di finasteride ma anche di statine, cardio-aspirine e di antibiotici per curare le malattie della pelle e per regolare il livello di colesterolo nel sangue. Ovviamente le suddette dichiarazioni non sono state confermate e hanno dunque perso i crismi dell’ufficialità: dalla Casa Bianca, infatti, non sono arrivate conferme da parte di Donald Trump e del suo entourage. Ad ogni modo, questo mix di sostanze non è certamente idoneo come formula per curare i capelli, considerando gli effetti collaterali che ha sull’organismo.

Pubblicato mercoledì, 23 Agosto 2017 @ 16:18:12     © RIPRODUZIONE RISERVATA