Bracciano, il M5S porta il caso Vian da Città Metro per la manutenzione - Terzo Binario News

“Ieri, 3 giugno, in via G. Ribotta, abbiamo incontrato la dottoressa Maria Teresa Zotta, vicesindaco della Città Metropolitana di Roma, e delegata all’edilizia scolastica, per parlare ed approfondire la questione della manutenzione del Liceo Ignazio Vian di Bracciano.

Alcuni cittadini ci hanno infatti segnalato uno stato di diffusa cattiva manutenzione della struttura, che trent’anni fa era invece un vero gioiello.
La dottoressa Zotta ci ha data ampia disponibilità, ea ha coinvolto nell’incontro anche il tecnico della città Metropolitana incaricato degli interventi manutentivi, alla cui attenzione abbiamo potuto sottoporre le segnalazioni ricevute. Tanto per citarne alcune: tratti di pavimentazione riparate sostituendo il mattonato con gettate di cemento, alcune infiltrazioni d’acqua, luci esterne non funzionanti.
A uno a uno abbiamo affrontati i punti, chiedendo infine se fosse possibile inserire nella pianificazione della Città Metropolitana una manutenzione più corposa, che non si limiti agli interventi di emergenza e alle soluzioni tampone. Un confronto franco ed onesto con gli organi tecnici e amministrativi che, purtroppo, ci ha dato una visione piuttosto desolante del quadro d’insieme dello stato di conservazione degli edifici scolastici dell’intera area metropolitana.
La coperta è corta: i 27 milioni di Euro in tre anni (pari a 9 milioni l’anno) stanziati dall’Amministrazione sono una cifra importante, ma dobbiamo considerare che devono essere ripartiti su ben trecentosettanta edifici scolastici, e che si scontrano con una realtà manutentiva pessima. Molti edifici necessitano di maggiori risorse, da investire in interventi non differibili quali, ad esempio, la messa a norma e la certificazione antincendio, o il rifacimento di interi solai ammalorati che “allagano” palestre o aule.
Questo stato di cose rende praticamente impossibile una seria pianificazione degl’interventi per il minuto mantenimento, che è perciò sempre gestito in emergenza, scontando quindi anche gli ulteriori vincoli dei tempi tecnici assorbiti dai passaggi burocratici, e della risposta più o meno solerte da parte delle ditte incaricate della manutenzione. Per riportare le scuole della Città Metropolitana al massimo dell’efficienza, la dott.ssa Zotta ha stimata una spesa di 870 milioni di euro, a fronte come detto di un’attuale disponibilità di 27 milioni.
A fronte di questa disparità, anche se abbiamo comunque chiesto un’attenzione maggiore e una risposta sempre rapida alle criticità del Vian e ottenuta ampia disponiblità in tal senso, non possiamo fare a meno di pensare che, senza un cospicuo impegno finanziario da parte del Ministero che vada ad incrementare gli stanziamenti per l’edilizia scolastica, la piena funzionalità e la vivibilità del Liceo Vian, così come per tanti altri Istituti, resterà per lungo tempo ancora una mèta lontana.
(I Consiglieri Marco Tellaroli e Alessandro Persiano del gruppo M5S)

Pubblicato martedì, 4 Giugno 2019 @ 12:29:29     © RIPRODUZIONE RISERVATA