Bracciano, gli studenti del Vian cancellano una scritta offensiva verso i partigiani - Terzo Binario News

Ieri nei pressi del Liceo Scientifico Ignazio Vian è comparso uno striscione con sopra una frase dispregiativa nei confronti degli antifascisti. È già il secondo in una settimana: il primo è stato affisso il 10 febbraio, giorno del ricordo, e paragonava i senatori ai partigiani jugoslavi, macchiatisi dell’omicidio di migliaia di Italiani nelle foibe; l’ultimo si rivolge con toni arroganti agli antifascisti.

I ragazzi della Rete degli Studenti Medi di Bracciano, un sindacato studentesco, insieme ad altri studenti del Liceo Vian hanno deciso di rimuovere lo striscione.
Gli studenti sono stufi di queste scritte che iniziano a comparire abitualmente davanti alla loro scuola. Azioni a sfondo fascista come queste non dovrebbero essere compiute nei pressi di nessuna scuola, che dovrebbe essere un ambiente incolume da questi atti vili che esprimono odio.
“I ragazzi della Rete degli Studenti Medi e del Vian prenderanno l’impegno di togliere regolarmente questi striscioni>> afferma Elsa Rallo, coordinatrice della Rete degli Studenti Medi e rappresentante d’Istituto del Liceo Vian “affinché l’odio che si sta diffondendo in questi giorni nel resto d’Italia non si estenda anche qui a Bracciano. Noi ragazzi diciamo di NO all’odio! “.

Pubblicato mercoledì, 19 Febbraio 2020 @ 18:45:04     © RIPRODUZIONE RISERVATA