Bracciano, comune capofila del Progetto ComLoc, punta al 23 per cento di recupero del compost - Terzo Binario News

Compostare a Bracciano per trasformare la parte organica dei rifiuti in risorsa. Con il Progetto ComLoc l’obiettivo è raggiungere almeno il 23 per cento di recupero di materia rispetto alla percentuale attuale del 5,2 per cento.

Un traguardo importante che a Bracciano, comune capofila del Progetto ComLoc, si intende raggiungere con azioni che prevedono sia il compostaggio domestico che quello di comunità. In distribuzione alle famiglie 150 compostiere domestiche a rotazione con le quali in casa si può produrre concime di qualità per il proprio orto e giardino.

Previste inoltre a Bracciano tre apparecchiature per il compostaggio di comunità a servizio dei quartieri. In fase di ultimazione infatti l’installazione di tre compostiere elettromeccaniche di diversa capacità. La prima, da 80 tonnellate l’anno, sta per entrare in funzione a via delle Palme. La seconda compostiera elettromeccanica, da 50 tonnellate l’anno, verrà avviata a breve in località La Rinascente. La terza apparecchiatura, da 30 tonnellate l’anno, è collocata presso la scuola di via dei Lecci. Sia l’apparecchiatura de La Rinascente che quella di Via dei Lecci sono dotate di un sistema di riconoscimento della persona.

Il 24 novembre, in occasione del mercato settimanale in via Salvo D’Acquisto a Bracciano, sarà possibile avere tutte le informazioni al punto di informazione del Progetto ComLoc che sarà attivo dalle 9 alle 12. Si può inoltre fare richiesta al Comune di compostiera domestica compilando un apposito modulo. Compostare in casa consente inoltre di accedere, attraverso separata ed apposita richiesta protocollata all’ufficio tributi comunale, agli sgravi tariffari previsti sulla TARI come previsto dal Regolamento Comunale.

Il progetto, finanziato dalla Regione Lazio nell’ambito delle “Misure a favore delle attività di Compostaggio e auto compostaggio per la riduzione della frazione organica per i Comuni del Lazio e Roma Capitale” coinvolge sei Comuni: Bracciano, Anguillara Sabazia, Trevignano Romano, Canale Monterano, Oriolo Romano e Bassano Romano.

“Come sindaco del comune capofila del progetto ComLoc – sottolinea Marco Crocicchi, sindaco di Bracciano – mi sento fortemente responsabilizzato nella sua riuscita e nel raggiungimento degli obiettivi posti nel programma. Una migliore gestione dei rifiuti organici – commenta ancora Crocicchi – comporta minori costi per le casse dei comuni aderenti con conseguenti benefici economici per tutti gli utenti coinvolti e offre anche un importante contributo alla salvaguardia ambientale, incentivando l’adozione di comportamenti virtuosi e responsabili da parte dei cittadini”.

Qui il link per scaricare il modulo per la Richiesta di compostiera per Autocompostaggio: https://www.comune.bracciano.rm.it/c058013/images/inc/MODELLO_Modulo_Comune_Bracciano_richiesta_compostiera.pdf

Pubblicato lunedì, 22 Novembre 2021 @ 14:32:16     © RIPRODUZIONE RISERVATA