Arrivata la prima omologa per lo Scoponi di Tolfa - Terzo Binario News

Un altro passo – decisivo – è compiuto per il nuovo Felice Scoponi: è arrivata al Comune di Tolfa l’omologa per il fondo dell’impianto sportivo della Pacifica. Dunque adesso si può passare alla posa del manto erboso. Attenzione però, perché non sarà un’operazione breve: l’ipotesi è che l’inaugurazione possa tenersi intorno alla fine di marzo o nei primi giorni di aprile.

Il documento della Lega Nazionale Dilettanti era molto atteso e finalmente è arrivato: c’è l’omologazione del fondo su cui verrà posata l’erba sintetica. Al termine del lavoro effettuata dalla ditta Lo Monaco, è stato effettuato il sopralluogo da parte degli ispettori della Lnd che imposero delle prescrizioni. Piccole correzioni per l’impianto di irrigazione, scarico delle acque reflue, recinzione e pendenze.

Una volta sistemato il tutto, si è dovuto attendere per un nuovo sopralluogo e la successiva relazione, giunta a piazzale Vittorio Veneto. Questo documento, che costa 12mila euro, equivale al via libera a proseguire. E qui entra in gioco la Safitex, azienda di stanza a Gandino in provincia di Bergamo, a cui è stata affidata la posa del nuovo manto erboso. Nell’attesa del via libera la procedura è andata avanti e ora che l’opera è stata affidata all’azienda orobica (che vanta una partnership con il punto di riferimento calcistico della Bergamasca ovvero l’Atalanta) si può cominciare a delineare il calendario. La Safitex ha ricevuto il pre-incarico dall’amministrazione collinare in ottobre ed è stato poi confermato a fine dicembre. “Bisogna attendere” la dichiarazione del sindaco tolfetano Luigi Landi, che raffredda subito gli entusiasmi degli sportivi. Il periodo, dal punto di vista climatico non aiuta: “Iniziare le operazioni adesso significa probabilmente procedere a singhiozzo. Siamo in pieno inverno e qua in collina neve e ghiaccio si fanno sentire. Con la Safitex abbiamo concordato che conviene far slittare i lavori di qualche settimana. Ipotizzo che si possa iniziare a marzo>.

Altro aspetto da tenere in considerazione, il tempo che servirà per mettere in posa il manto erboso: “Agli operai saranno necessarie tre settimane per consegnare il nuovo Felice Scoponi. Il tappeto va fatto aderire alla superficie e vanno disegnate le linee di gioco. Insomma è necessario concedere agli operai bergamaschi di lavorare con la calma necessaria. Inoltre si può sfruttare appiano la pausa del campionato di Promozione che impedisce di forzare i tempi> la conclusione del primo cittadino. Va pure ricordato che terminata la posa dell’erba bisogna attendere la seconda omologazione della Lega Dilettanti con relativo sopralluogo. Ecco perché il taglio del nastro è difficile avvenga prima di aprile. Il totale dei costi per la posa del manto è di 185mila euro, coperti interamente dal comune collinare.

Pubblicato martedì, 16 Febbraio 2021 @ 08:28:00     © RIPRODUZIONE RISERVATA