Anguillara, ristrutturato il Lavatoio da fine ottobre con 90mila euro - Terzo Binario News

La cosiddetta “Norma Fraccaro”, dal nome del Ministro dei Rapporti con il Parlamento in quota al M5S, ha stanziato all’interno del Decreto Crescita nato come Decreto-legge n. 34/2019 e convertito nella Legge n. 58/2019, la somma di 500 milioni di euro in favore dei Comuni per sostenere un piano straordinario di investimenti in materia di efficientamento energetico e sviluppo sostenibile sul territorio.

La somma destinata ad ogni Comune è stata definita in base al numero di abitanti e ad Anguillara Sabazia sono stati per questo destinati 90.000 euro.

L’amministrazione comunale ha deciso di utilizzarla per la riqualificazione dell’ex Lavatoio di Anguillara Sabazia con interventi che non riguarderanno le parti strutturali né quelle murarie storiche e terranno conto sia nell’utilizzo dei materiali, sia nell’immagine e nei colori, del contesto storico e della volontà di ripristinare la monumentalità del luogo e la memoria storica depauperata.

L’unica fonte documentaria che mostra l’antico lavatoio è una fotografia raccolta dalla già Associazione “Dagherrotipo”, scattata nel 1930.

La fontanella sita al lato del lavatoio è un altro utile riferimento per la datazione quantomeno ottocentesca dell’originaria struttura che si colloca nell’anno 1878.

La struttura muraria che in origine mostrava le arcate tipiche di un lavatoio è stata fortemente modificata ed oggi gli unici elementi rimasti dell’antica struttura sono il muro retro verso nord, il contrafforte verso ovest e il muro verso est.
Gli interventi che saranno realizzati sono:

  1. la rimozione della piccola tettoia (completamente degradata) lunga la facciata soprastante le aperture sulla piazza;
  2. il ripristino e il recupero degli intonaci accostandone il colore al color tufo del contrafforte rimanendo su una tonalità più chiara che esalti le forme e le murature storiche e renda il manufatto moderno formalmente pulito e lineare;
  3. la copertura con intonaco e tinta sulle stesse gradazioni di quelle al punto 2 delle lesene in mattoncino e della trave in ferro soprastante;
  4. la rimozione di cassonetti con insegne sulle aperture, delle edicole per avvisi, degli armadietti tecnici e dei motori dell’aria condizionata sulla facciata principale;
  5. il recupero dell’intonaco a calce sulla facciata laterale e il ripristino dell’archetto coperto dall’intonaco;
  6. il rifacimento del manto di copertura del solaio superiore;
  7. il rifacimento del bagno nell’ambiente di sinistra e la riqualificazione di quello di destra;
  8. il ripristino dei controsoffitti dell’impiantistica interna ed esterna e di tutti gli interni con materiali idonei alla nuova immagine e alla funzionalità dei locali;
  9. rifacimento delle aperture sulla piazza tramite vetrate a grandi pannellature su cui verrà serigrafata l’immagine dell’antico lavatoio ridisegnata a mano e la storia del lavatoio;
  10. realizzazione di un fontanile sul fronte in pietra che riporti alla memoria la funzione dell’edificio e ne valorizzi la collocazione.

“L’inizio dei lavori avverrà entro il 31 ottobre 2019, pena la decadenza del finanziamento e davanti all’entrata verrà posizionata una fontana come richiamo all’antica funzione dell’edificio che ospiterà in futuro il corpo di Polizia Locale del Comune di Anguillara Sabazia.” – dichiara il Sindaco Sabrina Anselmo – “Sono molto orgogliosa del lavoro di squadra svolto dagli assessorati, quello alla Cultura con la Dott.ssa Normando che ha curato la minuziosa ricerca storica, quello all’Urbanistica con le competenze sulla paesaggistica messe in campo dall’Arch. Acrivoulis fino ad arrivare ai Lavori Pubblici dove potrò personalmente dare corso alle procedure di gara per la realizzazione di un progetto che la cittadinanza ha spesso invocato”.

Pubblicato martedì, 3 Settembre 2019 @ 16:05:08     © RIPRODUZIONE RISERVATA