Anguillara, la Anselmo sul teatro della scuola: "Il solito Pd che fa disinformazione" - Terzo Binario News

“L’amministrazione comunale ha appreso da un articolo di giornale girato su FB che in Consiglio Regionale del Lazio è stato presentato il 21/12/2018 un ordine del giorno su istanze della minoranza PD in consiglio comunale, atto ad “individuare” e “impegnare” le risorse finanziarie necessarie alla manutenzione straordinaria del locale della scuola media S. Francesco affinché possa tornare ad essere il piccolo teatro della collettività.

Il 5 dicembre 2018 si è svolto un incontro con l’Istituto Comprensivo S. Francesco, presenti il Consigliere Comunale con delega alla pubblica istruzione Massimiliano De Rosa, il Sindaco, che ha delega ai Lavori Pubblici, diversi altri consiglieri di maggioranza ed anche il Responsabile dell’Area Tecnica E. Santamaria. Per la scuola erano presenti la Dirigente Scolastica e la sua Vice nonché un folto numero di rappresentanti di classe e di Istituto, nel quale si è parlato anche del teatro e della nuova aula polifunzionale da realizzare nel plesso delle medie di S. Francesco.

“In quell’occasione si è ricordato innanzitutto che il teatro NON è mai stato a norma ma solo durante questa amministrazione, proprio mentre la stessa stava lavorando per metterlo a norma insieme all’intero plesso scolastico con l’obiettivo del programma del M5S di Anguillara Sabazia di arrivare alla Certificazione di Agibilità di tutte le scuole, le associazioni hanno deciso di presentare denuncia costringendo la Dirigente Scolastica a chiuderlo” dichiara il Consigliere De Rosa. “La struttura era da sempre FUORI NORMA ed è dunque FALSO anche parlare di “manutenzione straordinaria” visto che non si parla di dover risolvere un problema venutosi a creare all’improvviso ma di un problema atavico, presente da sempre.”

“I tempi per la messa a norma del teatro non dipendono da questioni di natura economica come vuole far credere l’opposizione PD. Premesso che ogni contributo è sempre ben accetto (sarebbe stato forse opportuno venirlo a sapere in maniera diretta) come riferito ai presenti nel sopracitato incontro, avevamo già stanziato una somma di 5.000 euro per il teatro ma siamo al momento in attesa del “nulla osta preventivo” da parte dei Vigili del Fuoco per procedere poi ad eseguire i lavori individuati dal progettista da noi incaricato ed a loro proposti e dunque solo a valle di tale azione potremo procedere ad eseguire i lavori al teatro ma anche su tutti i plessi scolastici per poter poi presentare la SCIA ANTINCENDIO agli stessi VVFF e completare l’iter per ottenere la certificazione antincendio” tiene a precisare il Sindaco che, in qualità di delegato ai Lavori Pubblici aggiunge: “Stessa sorte anche per la nuova aula polifunzionale richiesta dalla scuola per sopperire all’impossibilità di utilizzare per la sezione musicale i locali del piano seminterrato della scuola. Infatti, anche questi locali, che presentano una altezza di solo 240 cm (anziché 270 cm per essere considerati abitabili), erano usati DA SEMPRE “in deroga” sotto responsabilità del Dirigente Scolastico che quest’anno, viste probabilmente certe prese di posizione, ha deciso di interdirli. È ancora in corso infatti anche la verifica di vulnerabilità sismica degli edifici e non è possibile alterare la struttura in questo periodo in nessun modo per evitare di dover ricominciare ad eseguire rilievi già completati.”

Il PD locale quindi per decenni NON HA INIZIATO MAI alcun percorso per mettere a norma le scuole della città (anzi queste risultavano “terreni agricoli” quando siamo entrati ad amministrare nel giugno del 2016) ed oggi con la solita comunicazione ingannevole cerca di raccontare ai cittadini che la colpa sia degli attuali amministratori, che il problema sia una inesistente “manutenzione straordinaria” e che il problema sia economico e dunque vanno a scomodare i loro amichetti in consiglio regionale per rifarsi l’immagine che invece è di coloro che delle scuole e del teatro se ne sono fregati da sempre.

Cogliamo l’occasione per comunicare agli esimi consiglieri PD di minoranza oggi tanto attivi, di interloquire con il Presidente Zingaretti per sistemare in tempi rapidi problemi gravi e di vecchia data ossia la 167 e l’area industriale ossia 2 risposte che i cittadini attendono da anni”.

Pubblicato giovedì, 27 Dicembre 2018 @ 13:11:40     © RIPRODUZIONE RISERVATA