Anguillara, 100mila euro per la messa in sicurezza delle strade - Terzo Binario News

“L’Amministrazione comunale ha recepito quanto deciso dal Governo M5S/Lega con la Legge di Bilancio 2019 e successivo Decreto che prevede lo stanziamento di un totale di circa 400 milioni di euro per i Comuni fino a 20mila abitanti, destinato alla realizzazione di investimenti di messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale.
L’amministrazione Cinque-Stelle di Anguillara Sabazia ha deciso di investire il contributo nella messa in sicurezza stradale intervenendo nella zona “I Grassi” per la sistemazione del tratto di via Mainella compreso fra il ponticello e Via dei Grassi ed il più possibile su via di Ponte Valle Trave dallo stesso ponticello fino all’incrocio con via Churchill facendo attenzione alla messa a punto dei tratti più ammalorati”. Così in una nota l’Amministrazione.

“L’intervento si farà secondo il nostro modus operandi, non certo la sottiletta di asfalto elettorale a cui purtroppo ci si è dovuti abituare” – dichiara il sindaco, Sabrina Anselmo – “cioè fresando ed asportando la superficie stradale e ricostruendola con uno strato di conglomerato bituminoso di collegamento (meglio conosciuto come “binder”) di altezza adeguata, collegato allo strato superficiale di 3 cm di conglomerato per tappetino di usura, da una emulsione bituminosa di ancoraggio. Le strade che questa amministrazione sta rifacendo dureranno molto di più di quelle attuali fatte da 3 o 4 cm di asfalto posato direttamente sulla terra e sarà possibile quindi negli anni futuri continuare a sistemare le altre strade dove ancora non sarà stato possibile intervenire, senza che nel frattempo si debba nuovamente intervenire anche sulle strade appena sistemate”.

“Questa azione – ha proseguito – è quindi l’inizio di un “circolo virtuoso” che al momento è nella prima fase e non paga di certo a livello politico in termini di “consensi” ma che pian piano inizierà a dare risultati ai cittadini e mi spiego meglio: in termini di superficie di strade rifatte, se avessimo applicato il metodo dell’asfalto elettorale da 3 cm oggi avremmo potuto coprire un’area ben più vasta (quasi il triplo?) di quella che abbiamo effettivamente realizzato riscuotendo maggior successo e quindi consenso politico, ed invece, proprio perché il nostro obiettivo cardine è quello di “cercare sempre di risolvere i problemi in maniera definitiva”, abbiamo coerentemente tenuto la barra a dritta dotando le strade finalmente di un sottofondo finora mai visto che ne preserverà la funzionalità per un tempo significativamente più lungo.”

“È stato approvato lo studio di fattibilità e sarà cura dell’amministrazione fornire i dettagli appena sarà messo a punto anche il progetto esecutivo, ricordando che il comune beneficiario è tenuto da legge ad iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio 2019”.

Pubblicato lunedì, 18 Febbraio 2019 @ 10:40:50     © RIPRODUZIONE RISERVATA