Ambiente, M5S: "Il Comune di Civitavecchia vende bus a metano, prescrizioni disattese" - Terzo Binario News

Il Movimento 5 Stelle di Civitavecchia spara a zero sulla giunta Tedesco, stavolta sul fronte delle prescrizioni ambientali rispettate faticosamente che stanno per essere disattese. “La misura è colma – scrivono in una nota – Non solo non sono bastati 15 anni per ottenere il rispetto delle prescrizioni ambientali imposte dal Ministero nel 2003 per la messa in opera di TVN, ma ora grazie ad un capolavoro dell’attuale Giunta si riesce persino a cancellare quei risultati ambientali che erano stati ottenuti dalla nostra amministrazione dopo un decennio di nulla da parte dei “competenti”. La notizia è la vendita di uno degli autobus a metano, comprati da Enel in ottemperanza alle prescrizioni ed in utilizzo a CSP, per comprarne un altro a diesel. Non solo: l’obiettivo è quello di venderne anche un altro”.

I Cinque stelle ricordano al sindaco Tedesco che “l’acquisto dei bus a metano aveva come obiettivo principale la diminuzione del carico inquinante sulla città. Il sindaco forse non lo ricorda perché dal 2014 al 2019 è stato completamente assente dal dibattito politico cittadino, ma la situazione del parco mezzi del TPL cittadino è un’altra delle tante situazioni che al suo arrivo ha trovato risolta grazie al nostro lavoro”.

“Al suo insediamento infatti – continua il comunicato – non ha trovato mezzi vecchi di 20 anni, altamente inquinanti e poco performanti come abbiamo trovato noi, eternamente guasti e con una partecipata in liquidazione che non poteva fare investimenti. Al suo insediamento il sindaco Tedesco ha trovato un parco mezzi nuovo, poco inquinante ed ottenuto con tanta fatica grazie all’imposizione del rispetto delle prescrizioni ambientali che giacevano nel cassetto dal 2003.

Al netto delle nostre opinioni comunque, scriveremo al Ministero dell’Ambiente per informarli che grazie al brillante operato dell’attuale Giunta le prescrizioni ambientali non sono più ottemperate, che l’intenzione è quella di continuare con il passo del gambero sulle questioni ambientali e che non solo non si completa quel poco che era rimasto da concludere su questa tematica (vedi parco Saraudi), bensì si torna addirittura indietro”.

“Invieremo – conclude il Movimento – una diffida dal vendere il secondo autobus a metano, nel rispetto delle prescrizioni ambientali a tutela della salute dei civitavecchiesi”.

Pubblicato mercoledì, 12 Gennaio 2022 @ 18:06:43     © RIPRODUZIONE RISERVATA