Allumiere: dopo cinque anni riapre la scuola elementare - Terzo Binario News

Dopo cinque anni di stallo, la scuola elementare di Allumiere ha riaperto i battenti. Alla presenza di numerosi concittadini, delle autorità locali, delle forze dell’ordine, della Protezione Civile e di illustri convenuti quali il senatore Bruno Astorre, i consiglieri regionali David Porrello, Michela Califano e Marietta Tidei, il senatore Bruno Astorre, il direttore della centrale Enel, Carlo Ardu, il rappresentante dei rapporti istituzionali per il Lazio, Pierpaolo Ventura, il vice presidente della Fondzione Cariciv, Valentino Carluccio (che ha anche regalato una lim ai ragazzi), la presidente dell’Unicef, Pina Tarantino, il vescovo Monsignor Luigi Marrucci e il parroco, don Stefano, il sindaco Antonio Pasquini ha tagliato, non senza commozione, il nastro di inaugurazione del nuovo plesso di Piazza Turati per resituirlo ad alunni e docenti della scuola primaria.

Dopo l’introduzione del Dirigente Scolastico, Laura Somma, la quale ha sottolineato l’importanza del lavoro portato avanti in sinergia tra scuola e comune, il sindaco Pasquini ha evidenziato come, oltre alla messa in sicurezza e alla funzionalità dell’edificio, ne sia stata curata anche l’estetica.

La struttura scolastica è infatti dotata non solo di una palestra ampia e funzionale, ma anche di due mense (una per i bambini celiaci) e di molte aule luminose, che sono state dipinte con i colori dell’arcobaleno. In primis, perchè il colore nelle aule favorisce l’apprendimento e la coesione tra pari, e poi perchè l’arcobaleno simboleggia il ponte tra passato e futuro.

Intanto procedono i lavori di restyling nel plesso di via del Faggeto, dove sono in corso lavori di manutenzione interna ed esterna.
Il servizio mensa verrà invece riattivato a partire dal prossimo 2 ottobre.

Bruno Astorre ha sottolineato: “Come senatore del collegio sono stato a salutare gli oltre 200 bambini che hanno iniziato l’anno scolastico. Ad accoglierli una bellissima scuola finalmente ristrutturata e messa a norma, la loro seconda casa per i prossimi mesi, un luogo dove crescere, imparare, sorridere”.

Marietta Tidei ha invece commentato: “È stato emozionante sentire il senso di comunità, di appartenenza, la vivacità e la felicità dei bambini che si respirava all’inaugurazione. Anche qui regione Lazio lascia un segno tangibile della sua presenza ed attenzione per le realtà locali, avendo contribuito, con altri soggetti, ai lavori di ristrutturazione. Auguri buon lavoro agli insegnanti e ai bambini che finalmente potranno portare avanti la didattica in assoluta sicurezza”.

“Questa è la dimostrazione che quando c’è sinergia tra le istituzioni i risultati arrivano – ha evidenziato Devid Porrello – un augurio a tutto il personale e ai ragazzi che, dopo anni, tornano in possesso della loro scuola”.

“Grazie a un cospicuo finanziamento della Regione e alla grandissima determinazione di un sindaco che stimo molto, Antonio Pasquini, abbiamo restituito alla città di Allumiere la scuola elementare – ha sottolineato Michela Califano – il plesso era inagibile dal 2014. Per 5 anni bambini e famiglie hanno dovuto subire disagi infiniti. Tutto finito: da oggi hanno la loro splendida scuola. Lo giuro, vedere l’emozione del sindaco, del corpo insegnate e dei genitori per questa vittoria restituisce il senso dell’immenso lavoro che ogni consigliere, assessore e dirigente comunale e regionale quotidianamente svolge. Dietro la ristrutturazione di una scuola ci sono milioni di beghe e passaggi burocratici da superare. Ma quando c’è la voglia di arrivare ‘a dama’, i risultati sono questi.

Pubblicato martedì, 17 Settembre 2019 @ 08:09:15     © RIPRODUZIONE RISERVATA