Allumiere Bene Comune, parla Ceccarelli: "Con Pasquini paese alla deriva" - Terzo Binario News

A diciotto mesi dalle elezioni comunali, Simone Ceccarelli (Abc) tira le somme di questa nuova esperienza amministrativa.

Perché, alle scorse elezioni amministrative, ha deciso di aderire al progetto Allumiere Bene Comune?

“Perché il Partito Democratico ha compiuto scelte politiche che io non condividevo, scavalcando l’allora segretario, che ero io. Siccome nel PD un vero segretario non lo vogliono, anzi, è d’intralcio, in seguito a quelle ingerenze decisi di dimettermi e, insieme ad altri allumieraschi di buona volontà, ho lavorato all’elaborazione di un programma amministrativo alternativo”.

Un esperimento fallito, dicono alcuni, anche a seguito della recente uscita di Rifondazione Comunista.

“In consiglio comunale esiste un gruppo che si chiama ABC, nel PD se ne facciano una ragione. Capisco la posizione dei compagni di Rifondazione, con loro io ho un forte legame, non solo politico. Nonostante questo, è doveroso specificare che ad ABC si aderisce individualmente, non come partito. Nessuna forza politica deve sentirsi in dovere di uscirne perché nessuna ne ha mai fatto parte, non essendo mai stata ABC un’alleanza di tipo politico. La nostra eterogeneità ne è una prova lampante”.

Come giudica questi primi diciotto mesi dell’amministrazione Pasquini?

“I fatti parlano chiaro: mura cadenti, scuole chiuse, giardini fatiscenti, traffico selvaggio, negozi in procinto di chiudere, cittadini senza neanche la possibilità di mettere benzina. Il paese è praticamente alla deriva. Per non parlare poi della questione idrica, che è davvero scandalosa e sulla quale l’opposizione ha prodotto una dettagliata interpellanza”.

Che consigli darebbe al suo sindaco?

“Visto che parla sempre di sinergia e occupazione, sarebbe il caso che dalle parole passasse anche ai fatti. Creare posti di lavoro non significa occuparsi un’ora al mese di chi è in difficoltà, ma elaborare un modello di sviluppo complesso: brandizzazione, enogastronomia, sostenibilità, significa fare scelte concrete come l’albergo diffuso, il potenziamento della differenziata, l’arredo urbano, la valorizzazione del patrimonio locale, il rifacimento delle strade rurali, esattamente come esprimeva ABC nel suo programma elettorale. Su questi temi, siamo sempre disponibili a collaborare”.

Pubblicato martedì, 5 Febbraio 2019 @ 06:33:06     © RIPRODUZIONE RISERVATA