Acqua pubblica, stasera la protesta di Unione Popolare Ladispoli • Terzo Binario News

“Anche Ladispoli ha scelto la privatizzazione di un bene essenziale come l’acqua, togliendo la gestione a Flavia Acque per assegnarla ad Acea. Per questo Unione Popolare, stasera alle 21 sarà a piazza Falcone per ribadire alla cittadinanza la sua contrarietà alle privatizzazioni dei beni comuni.

I partiti che sostengono l’attuale maggioranza a Ladispoli, ma anche il Pd e il M5s, sono i principali responsabili del tradimento del voto referendario del 2011, con il quale i cittadini italiani si espressero a favore dell’acqua pubblica.

Il nostro Comune oggi si adegua alla stragrande maggioranza dei comuni italiani che ha ignorato l’esito referendario e da domani le bollette, come è accaduto a tutti coloro che hanno privatizzato la gestione dell’acqua, aumenteranno fino a raddoppiare.

Noi non crediamo alla menzogna che ci raccontano. I comuni non hanno le mani legate. Proprio il nostro portavoce, Luigi De Magistris per 10 anni sindaco di Napoli, ha dimostrato che dare attuazione al referendum popolare era possibile. L’acqua a Napoli è pubblica, nell’assoluto rispetto della decisione referendaria del 2011 e in coerenza con l’idea di pubblicizzazione dei beni comuni. Non solo: l’azienda del comune di Napoli che si occupa di gestione dell’acqua pubblica ha le tariffe tra le più basse d’Italia, è in attivo e di recente ha anche assunto con un concorso pubblico. Evidentemente dipende dalla volontà politica, che nel caso di De Magistris coincideva con la volontà popolare della maggioranza dei cittadini italiani.

Per questo stasera protesteremo e chiederemo ai cittadini il voto a Unione Popolare: siamo gli unici dalla parte delle persone e a favore dei beni comuni. Con i fatti”.

UNIONE POPOLARE LADISPOLI E CERVETERI

Pubblicato martedì, 20 Settembre 2022 @ 19:33:39     © RIPRODUZIONE RISERVATA