Accordo tra Adr e Ctrip: Italia a portata di mano per il turista cinese - Terzo Binario News

Al TTG, Aeroporti di Roma e CTrip siglano un prestigioso accordo per
ampliare la promozione e la conquista del mercato turistico cinese in Italia e migliorare l’offerta già fortemente personalizzata che il Leonardo da Vinci è in grado di proporre al turista cinese.

Attraverso la porta d’accesso dell’aeroporto della Capitale, i passeggeri provenienti dal Paese del Dragone possono scoprire la facilità di viaggiare in tutta Italia, attraverso i numerosi e capillari collegamenti con le principali città che l’aeroporto mette a disposizione. La firma dell’accordo con Ctrip renderà ancora più stretto il legame tra la Cina e l’aeroporto di Fiumicino, il più importante aeroporto d’Italia, premiato dall’ACI (Airports Council International Europe) nel 2019, per il secondo
anno consecutivo, come “Best Airport in Europe”.

A presiedere alla signing ceremony, che dà concretezza agli impegni siglati a marzo a Roma in occasione della visita di Stato del Presidente cinese Xi Jinping, sono: Fausto Palombelli, Chief Commercial Officer di ADR e Amanda Wang, General Manager of Destination Marketing di Ctrip.

“Il TTG, la più importante Fiera del Turismo in Italia, – dichiara Fausto Palombelli – è la cornice ideale per la firma di questo importante accordo. Aeroporti di Roma, il primo aeroporto al mondo a ricevere la prestigiosa certificazione Welcome Chinese – sigla, in questo modo, l’avvio della
collaborazione con uno dei maggiori player turistici e digitali in Cina e in Asia, e si conferma leader nel panorama del turismo cinese in termini di accoglienza e presenza sul mercato.

Ad oggi infatti – prosegue Palombelli – l’aeroporto di Fiumicino è leader in Europa per numero di destinazioni servite e di vettori operanti tra Roma e la Grande Cina, ben 7 con 12 destinazioni cinesi direttamente collegate. Quest’anno infatti stiamo registrando un vero e proprio boom di passeggeri
da e per la Greater Cina – annuncia il direttore – tanto che nei recenti mesi estivi abbiamo avuto una crescita di passeggeri del 30% rispetto ai medesimi mesi dello scorso anno e contiamo di superare entro la fine del 2019 la soglia dei 900 mila passeggeri”.

Anche in termini di customer experience dedicata al turista cinese, l’aeroporto di Fiumicino si conferma attento e all’avanguardia: ha introdotto da diverso tempo la segnaletica in lingua, i
sistemi di pagamento digitali più diffusi in Cina, ovvero Alipay e WeChat Pay, oltre alla possibilità di fare acquisti con la carta di credito cinese Union Pay. Nella Tax Free Mall dell’aeroporto il luxury shopping è estremamente conveniente, grazie all’applicazione di uno sconto diretto dell’IVA del –
22%. Inoltre l’esperienza di acquisto è resa ulteriormente gradevole grazie all’introduzione del servizio di Personal Shopper chinese speaking, e di tante altre attenzioni dedicate al passeggero cinese.

Pubblicato giovedì, 10 Ottobre 2019 @ 14:45:06     © RIPRODUZIONE RISERVATA