A Tolfa è tempo di musica con la gara Cantando Sotto la Rocca - Terzo Binario News

“Cantando sotto la Rocca”, decimo concorso canoro organizzato dall’associazione “Giuseppe Verdi” di Tolfa, ha fatto il consueto pienone all’anfiteatro Tagliani della Villa Comunale la sera di venerdì 16 agosto.

Sono stati 14 i concorrenti che si sono sfidati, divisi in tre categorie in base all’età: 6-11 anni, 12-17 e over 18. Nella terna dei primi classificati in ciascuna categoria è stato poi scelto dalla giuria il vincitore. L’ultimo gruppo, quello più numeroso, ha visto salire sul palco diverse signore, alcune delle quali hanno cominciato gli studi di canto superati gli “anta”. Ottenendo risultati davvero encomiabili: ad aggiudicarsi il premio della critica è stata infatti la civitavecchiese Patrizia Luciotti, seguita da pochi mesi dal maestro Max Petronilli, per la sua interpretazione di un brano per nulla facile “Sola” di Nina Zilli. “Dedico questa serata a mio figlio – ha detto ritirando il premio simbolico – per dimostrargli che anche a 50 anni ci si può dedicare alla passione che non si è potuta seguire prima”. Vincitrice assoluta della gara, portandosi a casa un microfono professionale, è stata la 17enne Francesca Mameli, di Manciano, anche lei allieva di Petronilli, che, con la sua versione de “La sera dei miracoli” di Lucio Dalla, ha superato di poco gli altrettanto bravi Alisia Lucignani e Mattia Sgriscia. Il loro medley di brani inglesi li aveva portati in testa fra gli over 18: la giovane coppia fa parte della scuola civitavecchiese di Lorena Scaccia. Tra le due le concorrenti sotto gli 11 anni a venir premiata è stata la tolfetana di 9 anni Alessandra De Vellis, che studia ad Allumiere, col maestro Adriano Scappini degli “Amici della musica”.

Lo spettacolo, presentato dallo spigliato giovane Alessandro Tagliani, ha visto pure alcuni balletti, offerti dalle allieve delle scuole di Isabella Superchi (New Dance Evolution) e Letizia Costantini (Centro Studi Danza). Ad aprire la serata era stata l’esibizione del gruppo Musica d’Insieme della Verdi, diretto dal maestro Giancarlo Annibali, salito, alla fine, sul palco a premiare con il presidente dell’associazione Verdi Antonio Pacchiarotti, il maestro della banda Stefania Bentivoglio e i componenti della giuria, gli esperti di musica Patricia Vargas e Sergio Cozzi e le giornaliste Romina Mosconi e Cristiana Vallarino.

La festa al giardino della villa comunale continua anche oggi. Si comincia alle 19 con sfilata e concerto del “Complesso Bandistico Pistella” di Vetralla diretto dal maestro Augusto Mentuccia, poi, sempre all’anfiteatro, concerto della jug band italo-americana “No funny stuff”, che reinterpreta con un tocco moderno le sonorità e gli stili degli anni ’20 e riporta indietro nel tempo i successi pop e rock reinterpretandoli in chiave retrò. A chiudere i consueti fuochi d’artificio.

Al giardino addobbato a tema musicale, grande lavoro per tutti gli iscritti dell’associazione musicale e i loro genitori: si gioca al cannolicchio, si gustano crepes, cornetti caldi e birra e, soprattutto, nella zona ristorante va in scena la Sagra della Grigliata: carne e salsicce alla brace, acquacotta e ghighe, frittelle di San Giuseppe. Il tutto servito in piatti e bicchieri compostabili.

C.V.

Pubblicato sabato, 17 Agosto 2019 @ 10:48:11     © RIPRODUZIONE RISERVATA