TARI alle stelle: i comuni sbagliano i calcoli - Terzo Binario News

Emergono in molti comuni d’Italia errori importanti commessi dagli uffici comunali sul calcolo delle bollette della TARI.

Secondo quanto emerso nella giornata di ieri e dichiarato già da diverse testate nazionali, negli ultimi 5 anni le bollette della TARI sarebbero state gonfiate dai comuni fino a farle raddoppiare. L’errore è stato ammesso dal sottosegretario all’Economia Piercarlo Baretta durante un question time a Montecitorio. L’importo della TARI infatti viene calcolato su due fattori: la quota fissa che varia in base ai metri quadrati dell’abitazione ed una parte variabile legata agli abitanti della casa moltiplicata per le pertinenze dell’immobile. L’errore riguarda quest’ultima parte “Se una singola utenza è composta da un appartamento, un garage ed una cantina, la parte variabile va considerata una sola volta – ha dichiarato Baretta – di conseguenza un diverso modus operandi da parte dei comuni non trova alcun supporto normativo”.

Risulterebbe invece che alcuni comuni abbiano moltiplicato la parte variabile per tutte le pertinenze dell’abitazione con risultati che hanno fatto quasi raddoppiare le bollette.

Riscontri ci sono già stati nelle grandi città come Milano, Genova e Napoli. Ci si chiede ora a livello locale se vi siano stati gli stessi errori nei calcoli.

Intanto il Movimento Difesa del cittadino ha già lanciato la campagna “SOS TARI” per chiedere il rimborso agli enti locali.

Pubblicato sabato, 11 novembre 2017 @ 09:32:13     © RIPRODUZIONE RISERVATA