Rete "Decide Roma": da Campidoglio apertura ma noi restiamo in allerta - Terzo Binario News

“Esprimiamo una valutazione positiva dell’incontro a cui abbiamo partecipato in Campidoglio. Anche se non
c’era la sindaca, siamo stati ricevuti da tutti i soggetti titolati a risolvere la vicenda, e cioè dal vicesindaco e assessore alla Cultura Luca Bergamo, dall’assessore alle Politiche Sociali Laura Baldassarre, dall’assessore al Bilancio Andrea Mazzillo, dal presidente dell’Assemblea Capitolina Marcello De Vito e dalla presidente della commissione Patrimonio Valentina Vivarelli”. Così all’Adnkronos
Alessandro della Rete Decide Roma in merito all’incontro avvenuto in Campidoglio dopo la manifestazione delle associazioni contro gli sgomberi e per chiedere un nuovo regolamento sulle assegnazioni delle
concessioni degli immobili di proprietà comunali.
“Sui temi sembra esserci un’apertura che metteremo a verifica nei passaggi successivi che ci saranno, anche se le lettere del Dipartimento Patrimonio che continuano ad arrivare su ordine della
Corte dei Conti avvelenano il clima della discussione – ha proseguito – Sul tema che abbiamo posto con più forza, cioè l’apertura di un percorso partecipato e la riscrittura del regolamento un”apertura c’e’
stata. Ci hanno chiarito che la prima bozza di delibera, che per noi era abbastanza inquietante, era una proposta arrivata dagli uffici e non è quella su cui stanno lavorando”.
“Ci hanno detto di essere a lavoro su un”altra proposta che tiene in considerazione diverse istanze, in particolare il riconoscimento di realtà che operano sul territorio e degli spazi in cui operano, cosi come la necessità di trovare una norma transitoria che non scarichi sulle associazioni il peso della cattiva gestione amministrativa – prosegue – La Rete Roma Decide rimane però in allerta perché parole simili erano già state dette diversi mesi fa”.”Sui tempi di questo regolamento c’è un grosso buco
nero: loro dicono che dal punto di vista tecnico-amministrativo sembra impossibile fare una moratoria sugli sgomberi – prosegue – Noi continueremo a mobilitarci e a organizzare occasioni di approfondimento per spiegare come in altre città d’Italia siano stati sperimentati modelli diversi di gestione, una su tutte Napoli con il sindaco De Magistris – conclude – Speriamo che questo confronto che si
è aperto sia proficuo”.
“Sabato prossimo ci sarà un nuovo incontro con una delegazione e da lì cominceremo per la prima volta discussione reale sui contenuti del nuovo regolamento”, conclude.

Pubblicato sabato, 11 marzo 2017 @ 08:24:15     © RIPRODUZIONE RISERVATA