24Festival
26022017Headline:

Il lungo viaggio dei Re Magi da Malta fino a Tolfa e ritorno

I Re Magi fanno tappa a Tolfa e non solo: si fermano pure in altri paesi del Lazio per arrivare poi a Roma, a San Pietro e a Greccio, dove la tradizione del presepe ebbe inizio. Ciò accade grazie al progetto di scambio curato dall’ex sindaco tolfetano poi parlamentare europeo Alessandro Battilocchio. Il Natale infatti offre un’altra occasione per consolidare i legami già forti tra Tolfa e Ghajnsielem, cittadina maltese con cui il centro collinare è gemellato. Dall’isola di Gozo, quindi, il 3 gennaio arriva il magico trio per iniziare un viaggio che lo condurrà in altri paesi gemelli del Lazio. A partire da Gozo sono i tre figuranti scelti quest’anno per impersonare Gasparre, Baldassare e Melchiorre nella meravigliosa ricostruzione vivente della Natività e della Betlemme anno zero, con centinaia di figuranti, allestita da tempo per l’Epifania ad Ghajnsielem, evento la cui fama è ormai internazionale. Il sindaco del centro gozitano Franco Ciangura – con i colleghi delle vicine Qala, Gharb e Zebbug gemellate rispettivamente con Canale Monterano, San Polo dei Cavalieri e Lanuvio – sarà nella folta delegazione, guidata dal ministro maltese Anton Refalo, che si occupa di Gozo e della coesione territoriale.

Dopo l’arrivo all’aeroporto, martedì verso le 12.30 il gruppo sarà accompagnato al castello di S. Severa, dove il sindaco di S. Marinella Roberto Bacheca darà loro il benvenuto. Dopo il pranzo al ristorante dell’Aviosuperficie di S. Severa Nord, nel pomeriggio, i Magi maltesi saranno protagonisti della sfilata a cavallo nel cuore di Tolfa, fino a piazza Vittorio Veneto, alle 18.30. Il sindaco Luigi Landi con la delegata Angela Ceccarelli faranno gli onori di casa. La delegazione al seguito dei Magi, visiterà pure Canale, San Polo e Lanuvio. Il 4 e il 5 andrà quindi a Roma, a San Pietro dove c’è il presepe del Papa realizzato da un gozitano, e pure ad Assisi e a Greccio, dove nacque la tradizione del Presepe. Il 6 mattina la partenza in aereo per essere puntuali a consegnare i doni al Bambino Gesù nella Natività di Ghajnsielem.
“Un altro bellissimo momento che rafforza l’amicizia con Ghajnsielem – il commento del primo cittadino Landi – Grazie al supporto della banda Verdi, del centro di danza Costantini e del gruppo Asda che animeranno la sfilata con musica, coreografie e costumi storici. Fondamentale la collaborazione delle famiglie ospitanti, della consigliera comunale Valentina Mariani, dell’associazione Adamo e dei volontari della Protezione Civile”.

2 gennaio 2017 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta l'articolo

Aggiungi TerzoBinario nei tuoi social network.