Ladispoli, riparte la stagione politica - Terzo Binario News

Francesco Scialacqua

Finisce l’estate e riparte, forse, il dibattito politico a Ladispoli.

Ieri sul tema della riapertura delle scuole si è visto il primo scontro mediatico tra la maggioranza e l’opposizione di centrosinistra, legata alla precedente amministrazione. A chiamare in causa l’opposizione erano state le dichiarazioni mattutine sui problemi dei plessi scolastici, attribuite dalla maggioranza ad una scarsa manutenzione da parte della precedente amministrazione. Una palla scagliata sul campo avversario che è stata presa al volo e rilanciata indietro dall’opposizione, che ha chiarito come i problemi fossero noti già dal termine dell’anno scolastico.

Ma al di là della questione in se quello che emerge è l’attuale scenario politico di Ladispoli, un tripolarismo che da tempo non si vedeva così marcato. Da un lato la maggioranza con le sue sfaccettature, dall’altro l’opposizione differenziata in due grandi blocchi al momento ben disgiunti: da una parte il Movimento 5 Stelle e dall’altro le formazioni politiche che fanno riferimento al centrosinistra o comunque alla precedente amministrazione, di cui fanno parte Pd, Ladispoli Città, Si può Fare e Protagonisti.

Quello di ieri è il preludio di un autunno che potrebbe essere più caldo del previsto. Durante l’estate non sono mancate comunque le schermaglie, non tanto sui media quanto sulla sostanza. L’opposizione si sarebbe mossa infatti con degli esposti alla Corte dei Conti circa la vicenda dell’assegnazione ad Agenzia delle Entrate dell’attività di riscossione tributi e recupero coattivo. Una vicenda che secondo gli ex amministratori non ha tenuto conto dei risultati che tale scelta può portare. L’ex assessore Eugenio Trani in consiglio aveva lamentato l’assenza di una relazione di giustifica della responsabile del settore, che mettesse al riparo l’ente da un possibile minor gettito nelle casse comunali con il nuovo sistema di riscossione.

Pubblicato mercoledì, 13 settembre 2017 @ 08:32:14     © RIPRODUZIONE RISERVATA