Ladispoli: i certificati anagrafici sono ora online, ma l'ingorgo all'Urp resta - Terzo Binario News

Per alcuni certificati anagrafici, i cittadini di Ladispoli non dovranno più sottoporsi a lunghe ed estenuanti file davanti all’Urp. Ad annunciare questa ‘evoluzione’ è stata proprio l’amministrazione comunale. “Il nuovo sito, www.cittadiladispoli.gov.it, si propone di diventare lo strumento della comunicazione verso i cittadini per la sua semplicità d’uso, la velocità di accesso e la ricchezza di proposte comunque in evoluzione. Una delle principali novità del sito – spiegano da palazzo Falcone – è rappresentata dalla possibilità per i cittadini di ottenere certificati anagrafici online con una semplice registrazione sul sito istituzionale. Una volta completata la registrazione è necessario recarsi presso l’Urp per l’attivazione, esibendo un documento di riconoscimento in corso di validità”. Tra i certificati che da palazzo Falcone intendono mettere in rete ci sono: Certificato Cumulativo Cittadinanza e Nascita, Certificato Cumulativo Cittadinanza, Residenza e Stato di Famiglia, Certificato Cumulativo Cittadinanza, Residenza e Stato Libero, Certificato di Cittadinanza, Certificato di Matrimonio, Certificato di Nascita, Certificato di Residenza, Certificato di Residenza con Storico indirizzi, Certificato di Stato Libero, Estratto dell’Atto di Matrimonio, Estratto dell’Atto di Nascita, Stato di Famiglia”.

“I certificati anagrafici on-line, che possono essere consultati e stampati solo dal cittadino che si è registrato e quindi ha disposizione le password personali – proseguono dall’amministrazione comunale – devono essere utilizzati esclusivamente per rapporti con i privati. Se il rapporto è con una Pubblica Amministrazione o con gestori di pubblici servizi è obbligatoria l’autocertificazione. I certificati sono validi 6 mesi e il servizio è assolutamente gratuito. Nessun costo aggiuntivo dovrà essere corrisposto all’infuori dei bolli previsti dalla legge (DPR 642/1972), che devono essere applicati sul certificato per renderlo valido tranne nei casi di esenzione. Le richieste di accesso alle certificazioni on –line, per tutti quei cittadini residenti che avranno fatto la pre-registrazione sul sito istituzionale, sono possibili dal 23 maggio (dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 16:00 alle 17:00) presso l’Urp del Comune”.

Nonostante le innovazioni tecnologiche apportate dall’amministrazione comunale, proseguono però le ‘pene’ patite dai ladispolani per espletare le pratiche più semplici: dal cambio di residenza, alla richiesta della Carte di identità. Il mese scorso, il vice sindaco Pietro Ascani aveva annunciato che a breve l’amministrazione avrebbe inviato all’Urp i rinforzi: dipendenti comunali di altri uffici che avrebbero effettuato delle ore straordinarie, al termine del loro turno di lavoro, per sopperire alle carenze di personale dell’ufficio rapporti con il pubblico. Nonostante l’annuncio, però, proseguono le lamentele da parte degli utenti, costretti, ancora oggi, a file chilometriche, anche più di un’ora prima che l’ufficio apra per assicurarsi uno dei ‘rarissimi’ numeretti distribuiti dal personale comunale. Molte volte, però, le fatiche non vengono ripagate con i cittadini costretti a dover rinunciare all’impresa e a ritornare il giorno successivo. Con l’arrivo, ora, della tornata elettorale dell’11 giugno, e il possibile ‘assalto’ all’Urp da parte di chi si ritroverà costretto a dover ritirare la propria tessera, si spera che il problema venga risolto, almeno per quella data e nei giorni antecedenti. Il pericolo potrebbe essere una ‘rinuncia’ da parte del cittadino non solo al ritiro della tessera ma anche al voto per scegliere la futura squadra che governerà la città. 

Pubblicato venerdì, 19 maggio 2017 @ 13:49:52     © RIPRODUZIONE RISERVATA