Comitato San Nicola sulla convenzione: "L'acqua diventi di proprietà comunale" - Terzo Binario News

Riceviamo e pubblichiamo – “Non pensavamo di arrivare ad un botta e risposta con il Sindaco in merito alla questione acquedotto di San Nicola ma vista e considerata la risposta di oggi pomeriggio, al nostro precedente comunicato, siamo costretti ad una ulteriore precisazione.

1 – Nessuno ha mai contestato la proposta di nuova convenzione in discussione questa sera, anzi
siamo stati protagonisti nella stesura del documento.
2 – Ancora oggi l’acqua di Marina di San Nicola è gestita privatamente.
3 – Chiediamo che l’acquedotto diventi di proprietà comunale.
4 – Chiediamo che vengano fatti prima i collaudi delle opere e, soltanto dopo, venga discussa la
convenzione.
5 – Chiediamo al Sindaco di esporre in Consiglio Comunale, in maniera chiara ed inequivocabile,
quali siano le prescrizioni intende adottare per il passaggio dell’acquedotto stesso. Anche in
considerazione del fatto che non riusciamo a cosa c’è scritto in mezzo alle righe da quanto da lui
dichiarato nel pomeriggio di oggi.

Il Comitato non ha mai cambiato le proprie idee in merito alla gestione dell’acqua. Che fa parte delle opere che andranno ad essere collaudate e per poi passare in proprietà al Comune, come prevede la Convenzione del 1967. Che si vuole sostituire con quella in argomentazione questa sera. Ma sostituire non significa cancellarne gli effetti.
Come si può vedere il nesso tra le due convenzioni esiste e il non voler affrontare l’argomento non è certo un nostro problema.

Quanto al suo disinteresse per le beghe consortili questo non lo possiamo sapere. Di fatto sappiamo che per spiegare la sua proposta egli era presente, accanto al presidente del Consorzio, Domenica 19 Novembre. In quella occasione, stranamente non si è parlato di prescrizioni all’acquedotto ma davanti alle domande dei consorziati si è riportata l’attenzione sempre e solo sulla convenzione. Ma il resto? E le domande dei consorziati a cui lei doveva rispondere? Ricordiamo su tutte la domanda sulla gestione dei parcheggi, dei passi carrabili e della occupazione suolo pubblico.
Quelli sono gli stessi consorziati che la hanno vista battagliare con furore di fronte alla amministrazione precedente proprio per la gestione pubblica dell’acqua e per la fine della vecchia convenzione. Ma siamo sicuri che sia il comitato ad aver cambiato fronte?”.

Ladispoli 05.12.2017
Comitato San Nicola

Pubblicato martedì, 5 dicembre 2017 @ 18:20:13     © RIPRODUZIONE RISERVATA