Civitavecchia, lunedì la prima lezione del prof. Spinelli all'Unitre - Terzo Binario News

Il prof. Livio Spinelli lunedì 16 ottobre alle 17 presso l’UNITRE, in via A.Frangipani n.8 di Civitavecchia, terrà la prima di 5 lezioni, sulle vicende storiche all’origine delle profonde trasformazioni economiche, finanziarie e politiche che stanno radicalmente cambiando il volto dell’Europa. Saranno vagliate le varie tesi da quelle catastrofistiche di un’Europa in declino irreversibile a quelle più ottimistiche secondo la visione profetica di San Giovanni Paolo II, della nascita di una nuova Europa Unita dall’Atlantico agli Urali: un tema che il prof. Spinelli affronta nel III volume della sua trilogia “Città di Mosca Terza Roma – da Giulio Cesare a Putin” Editore Lucarini, dove a fronte del tramonto degli Stati Uniti e del dollaro assistiamo alla svolta epocale dell’incontro di Papa Francesco con Putin e col Patriarca di Mosca Kirill I.

La lezione inizierà da quel fatidico martedì 2 giugno 1992, con un ingorgo di Lance Thema e Croma ministeriali e una sfilata di decine e decine di auto blindate in attesa sulla banchina numero 12 del porto di Civitavecchia di fronte al Forte Michelangelo. L’imbarco sullo Yacht Britannia iniziò alle 8.30 a bordo si tenne un convegno sulle privatizzazioni  delle imprese statali italiane al quale parteciparono i presidenti di due fra le più antiche banche d’ affari del mondo, e tutto il gotha della finanza e politica italiana, con grande smacco di Enrico Cuccia – unico escluso tra i grandi della finanza. Questo evento ha dato luogo a una delle più diffuse teorie del complotto secondo il quale a Civitavecchia sullo Yacht Britannia fra salatini, Bloody Mary e caffé lunghi, i grandi della terra decisero il destino della Prima Repubblica e dell’economia italiana. Per altri invece fu una strategia che consentì all’Italia di riuscire ad agganciarsi all’Unione Monetaria ed entrare nell’Euro. Nel corso della lezione ci sarà una carrellata storica sul mondo della borsa a partire da quella famiglia Rotschild di origine tedesca, le cui finanze consentirono alla Gran Bretagna di sconfiggere Napoleone a Waterloo, e via via fino alla crisi del 2008 quando lo spread rischiò di travolgere la nostra economia.

 

 

 

 

Pubblicato giovedì, 12 ottobre 2017 @ 19:22:06     © RIPRODUZIONE RISERVATA