Ceri, grande successo per l'apertura della quinta edizione di "Musica Al Castello" - Terzo Binario News

Straordinario successo di pubblico e di critica, domenica 8 ottobre nel concerto d’apertura della 5^ edizione della rassegna di musica antica e della tradizione musicale popolare “Musica al Castello”. La rassegna è stata aperta dall’Ensemble “Cafè Loti”, un gruppo formato da artisti d’eccezione: Nando Citarella: voce, tammorre, chitarra battente,  marranzano; Stefano Saletti: bouzouki, oud, chitarra, percussioni, voce; Pejman Tadayon: saz, oud, târ, setâr, ney, voce. L’Ensemble ha proposto un repertorio di musiche tradizionali e canti della tradizione popolare italiana e mediterranea. La tammorra, la marranzana, e la chitarra a battente di Nando Citarella, insieme al bouzouki greco e all’Ud di Stefano Saletti, e il saz, il setar e l’oud di Pejman Tadajon hanno creato suoni, armonie e vibrazioni in grado di creare atmosfere e suggestioni che hanno coinvolto un pubblico attento e partecipe che non si è perso nemmeno una nota delle bellissime melodie della tradizione sefardita spagnola, cantigas medievali, brani di musica classica persiana, madrigali, tarantelle, ballate popolari ottimamente eseguite dai tre artisti non soltanto con gli strumenti ma anche con una intensità interpretativa di altissimo livello e che ha avuto in Nando Citarella un eccelso esecutore dei brani della tradizione napoletana. Insomma un concerto incredibile per il risultato straordinario conseguito musicalmente e di presenze di pubblico, il salone delle feste di palazzo Torlonia nel Borgo di Ceri era pieno in ogni ordine di posti. Il giusto riconoscimento sia agli artisti che agli organizzatori lo ha dato il pubblico che alla fine del concerto si è alzato in piedi e ha tributato ai musicisti una standing ovation che è risuonata per tutto il castello. Grande soddisfazione per i risultati artistici e di pubblico è stata espressa dagli organizzatori dell’evento: l’associazione culturale “La Baronia di Cerveteri” con l’importante contributo del Castello di Ceri. Il responsabile dell’associazione, Salvatore Uroni, ha messo in evidenza la fattiva ed efficace collaborazione con il Castello di Ceri, collaborazione che ha reso possibile la realizzazione di una manifestazione che nel nostro territorio, forse, non ha eguali, e che rappresenta un valore aggiunto di alto livello nel panorama culturale del nostro comprensorio. Valore culturale che si è affermato dopo un lavoro di anni e che vede la partecipazione sempre più alta di pubblico, desideroso di ascoltare generi musicali che rimandano, attraverso la musica, alla più vera e genuina nostra identità storica e culturale. Insomma un meritato successo per gli organizzatori che raccolgono il frutto di un impegno che si regge sulla passione e sull’amore, allo scopo di promuovere e valorizzare la bellezza e l’armonia delle nostre tradizioni musicali. Il dopo concerto è stato allietato da una degustazione di vino della cantina CentoCorvi e da gustose specialità medievali, molto apprezzate dal pubblico, preparate dalle signore dell’associazione.

Il successo di questo primo concerto preannuncia già il prossimo concerto che si terrà il 22 ottobre alle 18 e che vedrà in scena, nel salone delle feste di palazzo Torlonia – Castello di Ceri, un’altra Ensemble di livello internazionale, l’Ensemble “Aria di Follia”, e per le sue caratteristiche, imperdibile. Il concerto di “Aria di follia” si avvarrà della presenza di un’ospite speciale: Viviana Ayla Pierdominici, che eseguirà delle danze sull’onda delle musiche dell’Ensemble. Si Ricorda che i posti per assistere al concerto sono a numero chiuso, per cui si invita di prenotarsi per tempo al numero di cellulare di seguito indicato. Nel dopo concerto l’Associazione “La Baronia di Cerveteri” offrirà al pubblico presente una degustazione di vini, offerta dall’azienda vinicola Casale Centocorvi, e gustose specialità realizzate con ricette medievali.

Pubblicato martedì, 10 ottobre 2017 @ 10:10:45     © RIPRODUZIONE RISERVATA